Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 03:59

GDM.TV

i più visti della sezione

Mercato del lavoro in crescita: per il Governo dati straordinari, per i sindacati numeri irreali e falsi

ROMA - Commenti diametralmente opposti da governo e sindacati sui dati forniti oggi dall'Istat sulle forze lavoro che indicano nel secondo semestre dell'anno un calo del tasso di disoccupazione di 0,4 punti e una crescita degli occupati su base annua dell'1%. I dati di oggi «sono motivo di grande soddisfazione e smentiscono le tante cassandre della sinistra», afferma il ministro del Welfare Roberto Maroni, sottolineando che «la legge Biagi sta creando nuova e buona occupazione». «L'altro elemento confermato dall'Istat - spiega il ministro - è la ripresa in corso. Il dato rilevato mette l'Italia, per quel che riguarda la lotta al sommerso e il sostegno all'occupazione, al primo posto in Europa, in controtendenza rispetto a tutti gli altri paesi che registrano una flessione dell'occupazione». La situazione italiana, secondo Maroni, «è molto positiva grazie a tante: la legge Biagi in primo luogo, e poi la funzione straordinariamente vitale della piccola e media impresa che crea occupazione, mentre la grande impresa perde occupazione». Sulla stessa lunghezza d'onda il sottosegretario al Welfare, Maurizio Sacconi, per il quale l'incremento degli occupati nella misura dell'1% rappresenta «un'ottima reattività del mercato del lavoro ai pur modesti impulsi dell'economia».

Di parere diverso la Cgil che, con il segretario confederale Fulvio Fammoni, torna a parlare di «fallimento» della politica industriale, economica e in materia di lavoro del Governo. «Nascondere la testa sotto la sabbia non sarà di nessuna utilità», dice il dirigente sindacale di Corso d'Italia, secondo il quale la stessa lieve crescita dell' occupazione «sembra più dovuta al forte aumento della popolazione immigrata regolarizzata, che non ad altro». Ma Fammoni rileva anche come una parte consistente dei cosiddetti scoraggiati siano donne, specie nel Sud.
A rilevare come quelli diffusi oggi dall'Istat siano dati in controtendenza con l'andamento della produzione industriale e dell'occupazione per settore è il segretario confederale della Cisl, Giorgio Santini. «Non vorrei - dice - che ci fosse un effetto gonfiato, cioè che si registrano le stesse persone con un contratto diverso». E anche per il numero due della Uil, Adriano Musi, i dati «non rispecchiano la realtà del Paese. C'è sempre il problema di comprendere come si rilevano, poichè non combaciano con gli altri dati economici diffusi sempre dall'Istat sull'economia e sul reddito complessivo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Raf e Umberto Tozzi si raccontano: segui la diretta

Raf e Umberto Tozzi, la strana coppia si racconta alla Gazzetta Rivedi la diretta

 
"Grazie per quello che fate e che avete fatto"Gli auguri di Rosso  capo di stato Maggiore

"Grazie per quello che fate e che avete fatto"
Gli auguri di Rosso capo di stato Maggiore

 
Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese per me è un orgoglio»

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese? Un orgoglio»

 
Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo