Venerdì 14 Dicembre 2018 | 16:15

GDM.TV

Fiera del Levante - Silvio Berlusconi per la prima volta ha di fronte un parterre istituzionale tutto di centrosinistra

BARI - Correttezza istituzionale e cortesia formale, ma sostanziale freddezza, e pubblico che ha applaudito con calore solo la citazione di Aldo Moro fatta da Nichi Vendola: in questo clima si è consumata la giornata inaugurale della 69/a Fiera del Levante di Bari, la quinta consecutiva inaugurata da Silvio Berlusconi che però, per la prima volta, si è trovato di fronte un parterre istituzionale tutto di centrosinistra, fianco a fianco con un presidente della Regione dichiaratamente comunista.
Nella Regione e nel capoluogo per anni di centrodestra, infatti, ad accogliere Berlusconi c'erano Nichi Vendola - neopresidente della Regione subentrato al «pupillo» del premier, Raffaele Fitto - il sindaco, Michele Emiliano, e il presidente della provincia, Vincenzo Divella, tutti arrivati in Fiera in bicicletta per spingere all'uso del mezzo ecologista.
Vendola ha accolto Berlusconi rivolgendogli sentimenti «di sincera cordialità» e smorzando così subito le polemiche del giorno prima per un titolo ad una sua intervista su un giornale locale che attribuiva a Berlusconi l'appellativo, poi smentito, di 'straniero in Puglià. «Oso sognare una Puglia in cui nessuno debba sentirsi straniero - ha detto Vendola nel suo discorso - e credo che la contesa politica non debba mai pregiudicare il senso delle istituzioni, ma anche il valore intrinseco delle persone. La demonizzazione degli avversari avvelena il dibattito pubblico».
Cortesia ricambiata da presidente del Consiglio che dal palco ha applaudito l'intervento di Vendola e ha definito «musica per le mie orecchie» le parole pronunciate dal presidente della Regione Puglia a proposito della necessità di «abbattere il muro di burocrazia» che soffoca le imprese e di coniugare «competizione e cooperazione», e anche le parole di orgoglio per la Regione e il Paese. Ma se a Vendola Berlusconi ha espresso «apprezzamento» per l'intervento che ha definito «visionario, immaginifico e anche lirico», al sindaco di Bari ha riservato una frecciatina ironica quando, rispondendo alle «tante richieste» di interventi fatte al governo da Emiliano, il premier ha ringraziato il primo cittadino: «Ne deduco che anche lui creda che io governerò altri cinque anni».
Ma poi lo ha anche bacchettato, a proposito delle lamentele sui tagli agli Enti locali: «A me non risulta un taglio alle risorse per gli enti locali - ha detto - ma solo un contenimento al 2% dell'aumento dell'Irap». E ha poi rincarato la dose, invitando a riflettere «sull'incremento delle tasse locali» e ipotizzando la necessità di una «riforma che ponga un freno a questo fenomeno per evitare che a livello locale si vanifichino gli effetti delle riforme fiscali attuate dal governo».
Il discorso del premier si è poi spostato sul Mezzogiorno. Berlusconi ha elencato gli interventi infrastrutturali e le grandi opere che il governo ha realizzato o cantierizzato per «valorizzare il ruolo strategico» che il sud d'Italia può avere visto per lo «spostamento dell'attenzione verso l'Est e il Mediterraneo». «Il Sud può diventare la grande piattaforma logistica del Mediterraneo», ha detto, riferendosi alla movimentazioni di merci che «sposta nove milioni di container nei nostri porti». Quindi per Berlusconi vanno realizzati e potenziati i corridoi transeuropei e le autostrade del mare, ma accanto alla «logistica bisogna rafforzare il sistema bancario del sud e il sistema del turismo perchè abbiamo il patrimonio artistico-culturale più grande del mondo ed è in gran parte al sud, ma non è adeguatamente sfruttato».
Un discorso durato 40 minuti, che ha abbracciato anche temi finanziari e di politica estera, ma del quale Vendola ha apprezzato solo i toni «non virulentamente politicizzati», definendolo «elusivo nei confronti dei nodi fondamentali del Sud posti dalle amministrazioni locali».
Apprezzamento è arrivato invece dall'ex presidente della Regione Raffaele Fitto, attuale coordinatore regionale del partito del premier, secondo cui «Berlusconi ha mostrato una piena disponibilità a una collaborazione istituzionale». «Negli anni scorsi gli impegni assunti da Berlusconi in Fiera hanno trovato puntuale attuazione nei mesi successivi - ha detto - sono fiducioso anche quest'anno dell'attenzione del governo e del presidente Berlusconi nei confronti della Puglia». Fitto non ha invece rinunciato alle critiche nei confronti di Vendola che nel suo discorso - ha detto - è scivolato sempre nella demagogia.
Paola Laforgia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori