Mercoledì 16 Gennaio 2019 | 12:56

GDM.TV

Atr72 - La Procura di Bari: aspettiamo gli atti dei colleghi di Palermo

BARI - Risollevano la questione legata alla competenza territoriale ad indagare, gli ultimi risultati delle indagini sul disastro aereo avvenuto al largo di Palermo il 6 agosto scorso sul quale indagano le Procure di Bari e Palermo.
La Procura di Palermo «ha operato bene e con attenzione - ha detto il procuratore del tribunale di Bari, Emilio Marzano -: ora aspettiamo che i colleghi ci trasmettano gli atti ufficiali relativi alle notizie pubblicate dalla stampa. Man mano che saranno fatti gli accertamenti tecnici, che non sono finiti, vedremo di chi sarà la competenza, che nessuno di noi rivendica: noi seguiamo lo spirito di collaborazione intrapreso con la Procura di Palermo che finora ci ha guidato bene».
Per quanto riguarda le indagini in corso a Bari - ha ricordato Marzano - il pm inquirente Giuseppe Scelsi «è in attesa di ricevere le relazioni ufficiali chieste all'Enac e all'Enav, e i risultati della rogatoria chiesta alla Tunisia».
Rispondendo alle domande dei giornalisti, il procuratore Marzano, pur ribadendo che nessuno mira a conquistare la titolarità dell'indagine, ha detto che, in base alle notizie di stampa diffuse oggi sulle cause dell'incidente, la competenza sul disastro aereo non sarebbe della Procura di Palermo nel caso in cui fosse esclusa «qualsiasi tipo di azione od omissione attribuibile al pilota nel momento in cui ammarava o sorvolava l'area di Palermo». «Dovremmo cioè escludere - ha sottolineato - qualsiasi fattore legato al pilotaggio dell'aeromobile nell'area territoriale di Palermo. Nel caso in cui ci fosse, invece, un concorso di attività del pilota nel momento in cui sorvolava l'area di Palermo, la competenza è di Palermo».
«Se invece - ha concluso - l'attività del pilota fosse da escludere nel momento in cui pilotava, allora la possibile azione od omissione colpevole ricadrebbe sul momento del decollo», avvenuto a Bari, dove il pilota ha fatto un minimo rifornimento di carburante e ha compiuto controlli di routine, firmando gli appositi moduli acquisiti dalla magistratura barese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Con "ToroTen" si corre per beneficenzaBarletta, il 27 gennaio la gara più cool

Con "ToroTen" si corre per beneficenza
Barletta, il 27 gennaio la gara più cool

 
Gestivano prostitute dal carcere in Francia: vicino alla banda anche sacerdote

Gestivano prostitute da carcere in Francia: vicino a banda anche un prete

 
Neglia e Floriano firmano la rimontaecco le immagini dei gol del Bari

Neglia e Floriano firmano la rimonta
ecco le immagini dei gol del Bari

 
Violenze e minacce a bimbi autistici: arrestate 4 educatrici a Noicattaro

Violenze e minacce a bimbi autistici: arrestate 4 educatrici a Noicattaro VD

 
Ius Soli a Ruvo, bimbi stranieri nati in Italia ricevono la cittadinanza civica

Ius Soli a Ruvo, bimbi stranieri nati in Italia ricevono la cittadinanza civica

 
San Cataldese - Bari: il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

San Cataldese - Bari: il punto con La Voce Biancorossa, rivedi la diretta

 
Novità per Daniele Lanave, Raissa incontra Mad Dopa, la Gae Campana Band canta il Gargano di Andrea Pazienza

Novità per Daniele Lanave, Raissa incontra Mad Dopa, la Gae Campana Band canta il Gargano di Pazienza

 
Il presidente si racconta in tv su Rai2"Il Bari? Per me è una nuova fede calcistica"

Il presidente si racconta in tv su Rai2
"Il Bari? Per me è una nuova fede calcistica"

 
Chiedevano a commercianti soldi per «amici detenuti»: nei guai 4 vicini al clan Strisciuglio

Chiedevano a commercianti soldi per «amici detenuti»: nei guai 4 vicini al clan Strisciuglio