Venerdì 14 Dicembre 2018 | 12:17

GDM.TV

Muore un agricoltore durante il blocco stradale, travolto da un furgone

protesta agricoltori in PugliaBARI - Muore un agricoltore, mentre protesta di notte, sulla strada: ora è dolore, rabbia, incredulità. Nessuno, mentre organizzava sulle strade di Puglia cortei e blocchi stradali, poteva mai immaginare che sarebbe potuto accadere. Invece, Giuseppe Rella, di 54 anni, di Canosa di Puglia, è morto poche ore dopo essere stato travolto da un furgone Fiat Ducato che tentava di evitare i blocchi stradali sulla ex statale 98, la provinciale 231, nel territorio di Canosa di Puglia (Bari).
I suoi compagni hanno pianto, hanno riempito di mazzi di fiori bianchi alcune cassette che prima contenevano uva e le hanno deposte lì, sull' asfalto. Ma poco prima la rabbia aveva preso il sopravvento e il conducente del furgone Fiat Ducato era stato picchiato e con lui i suoi tre compagni di viaggio, uno dei quali versa ora in gravi condizioni nell' ospedale di Andria (Bari), dove i medici si sono riservati la prognosi. A malapena i carabinieri sono riusciti a sottrarre i quattro occupanti del furgone al linciaggio degli agricoltori.

I militari hanno ricostruito stamani l'episodio ed hanno arrestato per omicidio colposo il conducente, di cui non è stato reso noto il nome, del furgone. Si sa solo che lui, un barlettano, e sui tre amici sono dei muratori ed erano diretti a Rimini per lavoro. Stavano percorrendo la ex statale 98 quando si sono visti parare davanti un gruppo di viticoltori che stava per fare un blocco stradale: il conducente del Fiat Ducato ha accelerato e ha superato i manifestanti. Questi ultimi si sono messi all' inseguimento dell' automezzo che, nel frattempo, era giunto al secondo blocco stradale, già messo in atto dagli agricoltori. Qui il conducente del furgone, probabilmente per compiere una manovra di fuga, ha inserito la retromarcia, travolgendo però Rella e altri due agricoltori: Rella è morto poche ore dopo in ospedale e i suoi due compagni sono rimasti feriti; guariranno rispettivamente in 30 e sei giorni.
Gli agricoltori, alla vista dei loro compagni stesi sull' asfalto, hanno aggredito gli occupanti del furgone, uno dei quali è ora in prognosi riservata. Il furgone è stato distrutto dalle fiamme: ancora non è stato accertato se l' incendio sia stato appiccato dai manifestanti o se a provocarlo sia stato il fuoco che avvolgeva alcuni copertoni di tir a poca distanza.
Le indagini da parte dei carabinieri di Barletta proseguono, anche per identificare le persone che hanno aggredito e picchiato gli occupanti del Ducato Fiat.

Luisa Amenduni

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita