Sabato 15 Dicembre 2018 | 14:44

GDM.TV

I giovani difendano la domenica

Papa Benedetto XVI a Colonia COLONIA - Alla Gmg di Tor Vergata, Giovanni Paolo II li aveva esortati ad essere la «sentinelle del mattino», in difesa della giustizia, della pace e della dignità umana. Sulla spianata di Marienfeld, a un milione di ragazzi arrivati da 196 paesi diversi (gli italiani sono oltre 100mila, il gruppo più numeroso dopo quello tedesco) Benedetto XVI ha indicato in particolare uno dei baluardi che la gioventù cattolica del mondo è chiamata a proteggere: la domenica, cioè il giorno del Signore. «L'Eucaristia - ha scandito - deve diventare il centro della nostra vita». Ed ha spiegato: «non è positivismo o brama di potere, se la Chiesa ci dice che l'Eucaristia è parte della domenica». Per Papa Ratzinger, «è bello che oggi, in molte culture, la domenica sia un giorno libero o, insieme col sabato, costituisca addirittura il cosiddetto fine-settimana libero». Ma, ha osservato, «questo tempo libero, tuttavia, rimane vuoto se in esso non c'è Dio». «Cari amici - si è rivolto il Papa ai ragazzi - qualche volta, in un primo momento, può risultare piuttosto scomodo dover programmare nella domenica anche la Messa. Ma se vi ponete impegno, constaterete poi che è proprio questo che dà il giusto centro al tempo libero. Non lasciatevi dissuadere dal partecipare all'Eucaristia domenicale ed aiutate anche gli altri a scoprirla».

«Dobbiamo - ha continuato - imparare ad amarla. Impegniamoci in questo senso, ne vale la pena. Scopriamo l'intima ricchezza della liturgia della Chiesa e la sua vera grandezza». Un'altra esortazione ha riguardato la confessione, pratica che se è quasi in disuso in tante chiese qui a Colonia come in ogni Gmg è stata gettonatissima, con file chilometriche davanti ai confessionali delle parrocchie di Colonia e soprattutto a quelli collocati in un apposito padiglione della Fiera. «Con l'amore per l'Eucaristia riscoprirete - ha chiesto ugualmente il Papa ai ragazzi - anche il sacramento della Riconciliazione, nel quale la bontà misericordiosa di Dio consente sempre un nuovo inizio alla nostra vita. Chi ha scoperto Cristo deve portare altri verso di Lui». In proposito Ratzinger ha chiesto ai ragazzi anche di raccontare ai loro coetanei la bellezza dell'esperienza fatta attraverso il sacramento della riconciliazione. «Una grande gioia - ha soffermato - non si può tenere per sè. Bisogna trasmetterla». Nella sua omelia, Papa Benedetto ha voluto poi ricordare ai ragazzi, per motivarli in questa loro missione a favore della domenica, il significato rivoluzionario dell'Eucaristia. «Facendo del pane il suo Corpo e del vino il suo Sangue, Gesù - ha ricordato - anticipa la sua morte, l'accetta nel suo intimo e la trasforma in un'azione di amore.
Quello che dall'esterno è violenza brutale, dall'interno diventa un atto di un amore che si dona totalmente». Una «trasformazione sostanziale» che si realizzò nel cenacolo e che «era destinata a suscitare un processo di trasformazioni».
Ed è ancora oggi l'Eucaristia la risposta alle attese degli uomini che «da sempre in qualche modo aspettano nel loro cuore un cambiamento, una trasformazione del mondo». L'Eucaristia, ha concluso il Papa, è infatti «l'atto centrale di trasformazione che solo è in grado di rinnovare veramente il mondo: la violenza si trasforma in amore e quindi la morte in vita».
Salvatore Izzo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze