Giovedì 17 Gennaio 2019 | 21:58

GDM.TV

I corpi sezionati e dentro sacchi della spazzatura, si concludono due settimane di interrogativi. Il nipote portato in caserma

ROMA - Erano scomparsi il 30 luglio scorso i coniugi Aldo e Luisa Donegani appena ritrovati morti in Val Camonica, i cadaveri fatti a pezzi e suddivisi in buste della spazzatura. La loro scomparsa, venuta pienamente alla luce il 5 agosto, è stata uno dei cosiddetti gialli di questo scorcio d'estate.
Fin dall' inizio delle indagini al centro dell'attenzione è stato il nipote dei due maturi coniugi di Brescia, Guglielmo Gatti, 41 anni, celibe, che per primo aveva denunciato la loro scomparsa anche perchè abita in un appartamento situato sopra a quello degli zii. Ancora venerdì scorso era stato interrogato a lungo dai Carabinieri alla ricerca di dati e particolari per ricostruire le modalità della scomparsa di Aldo Donegani, 77 anni, e sua moglie Luisa De Leo, 61.

Le ricerche si erano concentrate prima in uno stagno della zona di Brescia, in una casa di Aprica (Sondrio) e in un fiume del bresciano. Nel puzzle degli investigatori ha giocato un ruolo l'assenza di tre delle cinque pistole regolarmente denunciate dal pensionato, ma anche un altro elemento: nell'appartamento dei Donegani non sono stati più trovati vestiti, carte d'identità e anche la macchina fotografica utilizzata dai coniugi in una recente vacanza, contribuendo ad avvalorare per giorni l'ipotesi - risultata sbagliata almeno nel suo esito - di una loro clamorosa sparizione volontaria.

IL NIPOTE PORTATO IN CASERMA - Il nipote dei coniugi Donegani, Guglielmo Gatti, questa mattina è stato portato presso la caserma dei carabinieri di Brescia. Stando a quanto riferito da alcuni vicini di casa il quarantenne sarebbe stato accompagnato da tre persone, probabilmente militari in borghese. I corpi dei due coniugi, Aldo e Luisa, sarebbero stati trovati dagli uomini del corpo Forestale dello stato impegnati insieme ad un altro centinaio di persone nelle ricerche sui monti della Vallecamonica, fatti a pezzi in sacchi dell'immondizia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

La Brigata Pinerolo e la missione in Iraqun consuntivo dell'impegno fuori area

La Brigata Pinerolo e la missione in Iraq
un consuntivo dell'impegno fuori area

 
Con "ToroTen" si corre per beneficenzaBarletta, il 27 gennaio la gara più cool

Con "ToroTen" si corre per beneficenza
Barletta, il 27 gennaio la gara più cool

 
Gestivano prostitute dal carcere in Francia: vicino alla banda anche sacerdote

Gestivano prostitute da carcere in Francia: vicino a banda anche un prete

 
Neglia e Floriano firmano la rimontaecco le immagini dei gol del Bari

Neglia e Floriano firmano la rimonta
ecco le immagini dei gol del Bari

 
Violenze e minacce a bimbi autistici: arrestate 4 educatrici a Noicattaro

Violenze e minacce a bimbi autistici: arrestate 4 educatrici a Noicattaro VD

 
Ius Soli a Ruvo, bimbi stranieri nati in Italia ricevono la cittadinanza civica

Ius Soli a Ruvo, bimbi stranieri nati in Italia ricevono la cittadinanza civica

 
San Cataldese - Bari: il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

San Cataldese - Bari: il punto con La Voce Biancorossa, rivedi la diretta

 
Novità per Daniele Lanave, Raissa incontra Mad Dopa, la Gae Campana Band canta il Gargano di Andrea Pazienza

Novità per Daniele Lanave, Raissa incontra Mad Dopa, la Gae Campana Band canta il Gargano di Pazienza

 
Il presidente si racconta in tv su Rai2"Il Bari? Per me è una nuova fede calcistica"

Il presidente si racconta in tv su Rai2
"Il Bari? Per me è una nuova fede calcistica"

 
Chiedevano a commercianti soldi per «amici detenuti»: nei guai 4 vicini al clan Strisciuglio

Chiedevano a commercianti soldi per «amici detenuti»: nei guai 4 vicini al clan Strisciuglio