Domenica 24 Gennaio 2021 | 17:44

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

 

NEWS DALLE PROVINCE

Covid news h 24Emergenza contagi
Foggia, focolaio Covid in casa di risposo con 18 positivi: 14 pazienti e 4 operatori

Foggia, focolaio Covid in casa di riposo con 18 positivi: 14 pazienti e 4 operatori

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 
Tarantocontrolli della ps
Grottaglie, nasconde a casa e nell'officina hashish e marijuana: 40enne arrestato

Grottaglie, nasconde a casa e nell'officina hashish e marijuana: 40enne arrestato

 
Baricontagi coronavirus
Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

 
BrindisiControlli dei CC
Mesagne, sorpreso con droga e coltello a serramanico: in carcere 46enne

Mesagne, sorpreso con droga e coltello a serramanico: in carcere 46enne

 
Potenza«silver economy»
Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

 
MateraOmicidio
Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: gravemente ferito un altro

Rotondella, uomo ucciso a coltellate: è un ingegnere di 46 anni. Gravemente ferito netturbino 45enne

 

i più letti

Un colono brucia la sua casa: mai in mano palestinese

COLONIA DI RAFIAH YAM - Poche ore prima della chiusura definitiva degli insediamenti ebraici della Striscia di Gaza, un colono ha incendiato la propria casa prima di lasciare il gruppo di colonie del Gush Katif.
«Non voglio lasciare nulla ai palestinesi, non lo meritano» ha detto Yaakov Mazal Tari, residente nella piccola colonia isolata di Rafiah Yam vicino al confine con l'Egitto, che ha bruciato anche un mini-bus e un deposito vicino alla propria abitazione. «Voglio bruciare tutto, e quello che non posso bruciare lo distruggerò» ha spiegato.

Il ritiro da Gaza deciso dal premier Ariel Sharon è scattato formalmente a mezzanotte. Il governo ha ordinato agli 8500 coloni di Gaza di lasciare le loro case e il territorio delle colonie. Mercoledì inizierà l'evacuazione forzata di chi non sarà partito. In base ad un accordo raggiunto fra Israele e l'Anp le villette dei coloni saranno distrutte dopo l'evacuazione dei loro abitanti prima che i territori degli insediamenti vengano restituiti ai palestinesi, probabilmente ai primi di ottobre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400