Lunedì 17 Dicembre 2018 | 01:27

GDM.TV

Ora anche la pedo-pornografia virtuale

ROMA - Le nuove tecnologie hanno cambiato la natura della pornografia, rendendo più facile produrla e più difficile punirla, e trovano applicazione anche nello specifico della pedo-pornografia. «Usando il software grafico digitale, è possibile unire due immagini in una, o distorcere o crearne una completamente nuova: un processo denominato «morphing»: vale a dire che le immagini vengono ritoccate. Immagini non pornografiche di bambini reali possono essere fatte apparire come pornografia, così da creare immagini pornografiche di «bambini virtuali»», spiega l'agenzia Fides nel suo dossier dedicato alla pedofilia su Internet.
«Questa pseudo-pornografia solleva un insieme nuovo di domande e di questioni -sottolinea Fides- Quanti anni ha quel bambino virtuale? Si può parlare di crimine senza una vittima reale? Quale è il luogo criminale: dove l'immagine è prodotta, dove l'immagine è ospitata, o dove l'immagine è vista? Molte leggi di pornografia si occupano, purtroppo, soltanto dei bambini reali e degli eventi che sono accaduti realmente. I difensori, quindi, possono sostenere che un immagine ritoccata non è reale e perciò non è illegale».
Più in generale, in materia di pornografia, Fides ricorda che «le macchine fotografiche digitali ed i videoregistratori hanno reso la produzione più facile e meno costosa. Inoltre c'è anche un minore rischio di essere scoperti perchè con i nuovi mezzi non servono persone estranee che sviluppino le immagini come invece accade con la fotografia convenzionale. E' anche migliorata la riproduzione: le immagini digitalizzate infatti non invecchiano e non perdono la loro qualità se vengono copiate».
«Con Internet poi, la distribuzione delle immagini pornografiche è diventata più facile, meno costosa e più veloce. E mentre internet va oltre le frontiere nazionali e le leggi, la scoperta e l'azione giudiziaria diventano sempre più difficili», sottolinea Fides. Che lancia poi l'allarme sull'ultima fontiera tecnologica della pronografia, i cellulari e i palmari di ultima generazione , media che permettono nuovi guadagni: «Si parla di 1,5 miliardi di dollari per il 2005 soltanto in Europa occidentale», scrive Fides.
Il trend «è stato confermato durante l'Adult Online Europe Forum, una conferenza internazionale svoltasi ad Amsterdam nel 2004 e interamente dedicata proprio ai modi di generare profitti attraverso la vendita di contenuti pornografici via telefonino. Alcuni leader delle telefonia propongono già da tempo una sezione con foto di ragazze o modelle seminude. Alcune compagnie telefoniche, hanno creato da poco una figura dirigenziale ad hoc, il "capo dei servizi per adulti". Per i grandi operatori di telefonia mobile, il mondo del porno potrebbe rappresentare una enorme possibilità di business e apre un nuovo fronte di pericolo per la diffusione della pornografia e della stessa pedofilia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia