Lunedì 18 Gennaio 2021 | 01:42

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaLa decisione
Foto Tony Vece

Potenza, causa neve chiuse tutte le scuole il 18 gennaio

 
FoggiaIl caso
Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

 
LecceL'incidente
Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

 
BariL'appello
Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

I rincari del greggio fanno salire l'inflazione

ROMA - Gli esperti di istituzioni finanziarie e non dell'Unione Europea rivedono al rialzo le stime 2005 per l'inflazione ed al ribasso quelle per il pil. La causa: il caro-petrolio. E' quanto si legge nel Bollettino mensile della Bce, dove viene riportata un' inchiesta realizzata in luglio dall' istituto di Francoforte, la Survey of Professional Forecaster, secondo la quale l'inflazione quest'anno dovrebbe collocarsi in media al 2,1%, cioè un valore valore superiore di 0,2 punti percentuali rispetto a quello della precedente indagine. Il pil, invece, dovrebbe salire dell'1,4% nel 2005 e dell'1,8% nel 2006: in ambedue i casi si tratta di una revisione al ribasso di 0,2 punti percentuali.
«Rispetto alla precedente indagine, condotta in aprile, i partecipanti all'inchiesta hanno rivisto al rialzo le attese di inflazione 2005. Ora si attendono - riporta il Bollettino mensile dell'Istituto di Francoforte - che il tasso di inflazione si collochi in media al 2,1% nel 2005, valore superiore di 0,2 punti percentuali a quello della precedente indagine, e che in seguito scenda all'1,8% sia nel 2006 sia nel 2007. Secondo i partecipanti all'inchiesta - continua la Bce - le prospettive di inflazione a breve termine risentono principalmente dei corsi petroliferi». Oltre ad aver rivisto al rialzo le stime per l'inflazione, gli esperti che hanno partecipato all'inchiesta hanno abbassato le previsioni per il pil 2005, sempre a causa degli attuali corsi petroliferi. «La media del valore atteso per il tasso di crescita annuale del pil nel 2005 è ora pari all'1,4%, 0,2 punti percentuali in meno rispetto all'ultima indagine. La stima per il 2006 si colloca all'1'8%, anch'essa rivista al ribasso di 0,2 punti percentuali», si legge nel Bollettino mensile della Bce, dove si precisa che «la correzione al ribasso per la crescita media di quest'anno è in parte spiegata dal fatto che i partecipanti si attendono che la crescita sia stata relativamente debole nel primo semestre. Altre ragioni citate dagli intervistati sono state il continuo aumento dei corsi petroliferi e la debole domanda interna».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400