Domenica 16 Dicembre 2018 | 22:35

GDM.TV

I rincari del greggio fanno salire l'inflazione

ROMA - Gli esperti di istituzioni finanziarie e non dell'Unione Europea rivedono al rialzo le stime 2005 per l'inflazione ed al ribasso quelle per il pil. La causa: il caro-petrolio. E' quanto si legge nel Bollettino mensile della Bce, dove viene riportata un' inchiesta realizzata in luglio dall' istituto di Francoforte, la Survey of Professional Forecaster, secondo la quale l'inflazione quest'anno dovrebbe collocarsi in media al 2,1%, cioè un valore valore superiore di 0,2 punti percentuali rispetto a quello della precedente indagine. Il pil, invece, dovrebbe salire dell'1,4% nel 2005 e dell'1,8% nel 2006: in ambedue i casi si tratta di una revisione al ribasso di 0,2 punti percentuali.
«Rispetto alla precedente indagine, condotta in aprile, i partecipanti all'inchiesta hanno rivisto al rialzo le attese di inflazione 2005. Ora si attendono - riporta il Bollettino mensile dell'Istituto di Francoforte - che il tasso di inflazione si collochi in media al 2,1% nel 2005, valore superiore di 0,2 punti percentuali a quello della precedente indagine, e che in seguito scenda all'1,8% sia nel 2006 sia nel 2007. Secondo i partecipanti all'inchiesta - continua la Bce - le prospettive di inflazione a breve termine risentono principalmente dei corsi petroliferi». Oltre ad aver rivisto al rialzo le stime per l'inflazione, gli esperti che hanno partecipato all'inchiesta hanno abbassato le previsioni per il pil 2005, sempre a causa degli attuali corsi petroliferi. «La media del valore atteso per il tasso di crescita annuale del pil nel 2005 è ora pari all'1,4%, 0,2 punti percentuali in meno rispetto all'ultima indagine. La stima per il 2006 si colloca all'1'8%, anch'essa rivista al ribasso di 0,2 punti percentuali», si legge nel Bollettino mensile della Bce, dove si precisa che «la correzione al ribasso per la crescita media di quest'anno è in parte spiegata dal fatto che i partecipanti si attendono che la crescita sia stata relativamente debole nel primo semestre. Altre ragioni citate dagli intervistati sono state il continuo aumento dei corsi petroliferi e la debole domanda interna».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia