Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 11:17

GDM.TV

i più visti della sezione

Gli artisti

Marco Pereira, tra i più grandi chitarristi del panorama mondiale. Musicista e compositore eclettico, erede della grande tradizione sudamericana, vissuta su riferimenti stilistici profondi, da Villa Lobos a Baden Powell, Dilermando Reis, Hermeto Pascoal. L'autentico spirito del Brasile, uniti alla formazione classica e all'estemporaneità del jazz, per un musicista dalla tecnica superba e dalla personalità forte ed energica. Uno stile che vive secondo una lettura della tradizione assolutamente personale, riconoscibile sia nelle esecuzioni dal vivo sia in studio di registrazione, ad accompagnare artisti come Milton Nascimento, Edu Lobo, Daniela Mercury, Gilberto Gil, Joao Bosco, Gal Costa, Zélia Duncan e Djavan. Otto i suoi personalissimi cd, uno in uscita per la prossima estate, uno in registrazione nell'ambito di questa tournée italiana, con un'importante etichetta italiana.

Enzo Zirilli Batteria, percussioni. Nasce a Torino l'8 Aprile 1965. Inizia lo studio della batteria all'età di otto anni e, successivamente, dal 1975 al 1978 frequenta il corso di Pianoforte presso il Conservatorio "G.Verdi" di Torino. Nel 1979 si iscrive al corso di percussioni del Conservatorio "G.Verdi" di Alessandria, che frequenterà fino al 1981: è, tuttavia, nella batteria jazz e moderna che troverà la dimensione più consona alle sue caratteristiche. Inizia a suonare con gruppi funky e rhythm 'n' blues, generi che saranno di grande stimolo per l'approccio al jazz; nell'86/87 suona con il gruppo "I Loschi Dezi", meglio noti in seguito come Mau Mau. Il suo percorso jazzistico inizia al fianco del compianto tenorista Larry Nocella, figura di grande importanza per la sua formazione artistica, che gli darà la possibilità di collaborare con altri illustri solisti: Franco Cerri, Gianni Basso, Hal Stein, Benny Bailey, Flavio Boltro. Nel 1991, è in tournèe con la cantante americana Gloria Gaynor e, parallelamente, continua le sue collaborazioni nel mondo jazz, partecipando al festival "Umbria Jazz" con il quartetto del pianista Antonio Faraò, che vede Emanuele Cisi al sax tenore, Aldo Mella al contrabbasso e che vince il premio Four Roses. Nel 1992 è coprotagonista nel progetto Mella - Allione 4etto con cui inciderà, per l'etichetta discografica DDD, il disco dal titolo "Enklisis"; è dello stesso periodo l'inizio della collaborazione con le cantanti Francesca Oliveri e Elena Roggero, che porterà alla registrazione su CD, nel 1995, dello spettacolo dal vivo dal titolo "Send in the Clowns". Consolida la sua antica collaborazione con Flavio Boltro, suonando con lui in quartetto e in quintetto con Stefano di Battista. Parallelamente, vi è il sodalizio artistico con il sassofonista americano George Garzone insieme a Luigi Tessarollo alla chitarra e Dario Deidda al basso, che darà vita a varie tournée e l'incisione di 2 CD. Dal '96, lavora con Rossana Casale con la quale ha dato vita a diversi progetti ed incisioni discografiche tra le quali un CD ed un tour dedicati alla musica di Jacques Brel e l'ultimo dei quali, "Strani frutti", è attualmente in tour per la presentazione del CD. Collabora da molti anni con Luigi Bonafede, con il quale suona in trio o con ospiti (Pietro Tonolo, Roberto Rossi, Emanuele Cisi, Carlo Atti) oltre che nel gruppo di Rossana Casale. Tra le sue più recenti e prestigiose collaborazioni vi sono quelle con Dado Moroni ed Enrico Pieranunzi. Ha suonato nelle più importanti manifestazioni e festival in Italia ed all'estero.

Aldo Mella Inizia tredicenne la sua attività musicale in alcune rock bands e passa al contrabbasso quando incontra il jazz, all'età di diciotto anni. Nel corso della sua carriera strumentale e compositiva viene influenzato da diversi stili musicali come l'afro cubano, i ritmi brasiliani, il jazz e la musica etnica. Questo tipo di versatilità lo porta ad avere esperienze in diversi ambiti musicali: dal jazz main stream al funky alla musica latino americana. Nel 1994 riunisce venti musicisti del nord Italia e forma una Big Band chiamata Archetiporchestra con cui registra un CD per l'etichetta O.F.R.. Dall'età di venticinque anni è un prolifico compositore e molte delle sue creazioni sono state registrate. Nel 1991 partecipa a Umbria Jazz vincendo, come bassista nel quartetto di Antonio Faraò, il premio Four Roses.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia