Venerdì 15 Gennaio 2021 | 22:46

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl processo
Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

 
Potenzala «trovata»
Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

 
Barila scorsa notte
Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

 
Batemergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
Bari
Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

 
LecceNel Leccese
Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

 
BrindisiIl caso
Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

 

i più letti

Attentati Egitto, nuova rivendicazione da una sigla che, come le precedenti, risulta sconosciuta

DUBAI - Una nuova rivendicazione - che porta il totale a quattro - della strage di venerdì scorso a Sharm El Sheikh è apparsa su Internet a nome del «Gruppo per l'Unicità e la Jihad in Egitto», una sigla che, come le precedenti, risulta sconosciuta.
Nel suo comunicato online il gruppo presenta gli attentati come una «vendetta per i nostri fratelli in Iraq, in Afghanistan» e una «risposta alla guerra contro il terrorismo», oltre che un atto di «obbedienza ai capi dei mujaheddin in seno alla rete di al Qaida, sheikh Osama bin Laden e sheikh Ayman al-Zawahri».
Nei giorni scorsi le bombe di Sharm El Sheikh erano già state rivendicate da gruppi sconosciuti: prima dalle «Brigate di Abdullah Azzam», poi dalle «Brigate dei Martiri del Sinai» e infine dai «Mujahiddin di Egitto». Quest'ultima sigla, apparsa ieri notte su Internet, forniva anche i nomi di cinque presunti «martiri», dei quali non viene però rivelata la nazionalità».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400