Domenica 17 Gennaio 2021 | 01:27

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, Auteri: «Contro il Bisceglie saremo spietati»

Bari calcio, Auteri: «Contro il Bisceglie saremo spietati»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Scuola e Covid, l'ira dei presidi pugliesi: «Basta libera scelta su frequenza»

Scuola e Covid, l'ira dei presidi pugliesi: «Basta libera scelta su frequenza»

 
LecceL'evento
La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
TarantoIl caso
Taranto, bimba morta di tumore, la mamma: «Sia fatta giustizia per i nostri figli»

Taranto, bimba morta di tumore, la mamma: «Sia fatta giustizia per i nostri figli»

 
Potenzazona gialla
Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
Foggiaemergenza coronavirus
San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

 

Casini: la tutela dei consumatori viene dalla concorrenza

ROMA - «La tutela degli utenti passa anche per la realizzazione di un mercato realmente concorrenziale. E' un fronte ancora aperto: nel nostro Paese siamo in presenza di settori liberalizzati in cui soggetti monopolisti detengono quote di mercato impensabili rispetto ad altri Paesi europei». Lo afferma il presidente della Camera, Pier Ferdinando Casini, nella sua introduzione alla presentazione della relazione annuale dell'Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni, a Montecitorio, alla presenza del capo dello Stato Ciampi.

Per Casini «occorre in primo luogo realizzare una effettiva, concreta, coraggiosa tutela delle ragioni dei consumatori. Va in questa positiva direzione - dice - il provvedimento con cui l'Autorità nei giorni scorsi ha disposto la riduzione delle tariffe telefoniche da rete fissa verso le utenze radio mobili, alla luce del carico che esse rappresentano per il bilancio di tante famiglie italiane. La tutela dei cittadini consumatori rappresenta uno dei presidi fondamentali affidati alla vigilanza dell'Autorità. Ma gli interessi dei cittadini sono il punto di riferimento primario dell'azione di tutti i poteri pubblici, nessuno escluso. E' una verità semplice ed evidente, che però purtroppo spesso si tende ad eludere».

Casini individua poi «un'altra difficile sfida» per l'Autorità per le telecomunicazioni quella del «bilanciamento tra l'interesse allo sviluppo del mercato delle telecomunicazioni e il diritto fondamentale dei cittadini ad informare e a essere informati nel rispetto del pluralismo, orientando con decisione i percorsi dell'innovazione al servizio dei valori costituzionali, facendo in modo che le potenzialità della tecnologia, come nel caso del digitale terrestre, si traducano in benefici tangibili per i cittadini e non in fattori di esclusione».
«Tutto ciò nel quadro della complessa attuazione della legge di sistema che il Parlamento ha approvato l'anno scorso, dopo un dibattito approfondito che ha condotto ad affidare all'Autorità nuovi ed impegnativi compiti. Sulle soluzioni adottate in quella sede - prosegue - esistono, come naturale, opinioni divergenti. Ma resta il fatto che su una materia tanto controversa il Parlamento ha deciso di scegliere di assumersi le proprie responsabilità di fronte al paese».

«Ma aldilà degli strumenti normativi e giuridici la forza dell'Autorità sta nei valori che essa è chiamata a tutelare nella conseguente responsabilità che essa porta nei riguardi di tutta la comunicazione nazionale: i valori della liberta di opinione, del pluralismo dell'informazione, di una concorrenza effettiva e trasparente, di un progresso culturale rispettoso della dignità della persona umana e soprattutto dei minori. Sono questi - conclude il presidente della Camera - i valori che fondano la ragione d'essere dell'Autorità». «Un sistema che voglia dirsi realmente democratico, dunque, non può fare a meno dell'autonomia di giudizio delle istituzioni indipendenti. Un patrimonio di tutti che esse dimostrano di saper custodire con i fatti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400