Lunedì 17 Dicembre 2018 | 01:24

GDM.TV

COMO UN NIÑO

TERRAE riprende la collaborazione con ARNOLDO FOA' per NEGROAMARO 2005 presentando COMO UN NIÑO García Lorca, poesie e canzoni. Domenica 17 luglio ore 21 ad Alliste (LE)
Poco più di cent'anni fa nasceva Federico García Lorca, probabilmente il cantore che come pochi altri ha saputo scandagliare le radici dell'uomo e quella materia incandescente, normalmente refrattaria all'interrogazione, da cui sgorga l'atto creativo. Quale che sia la luce dei suoi soggetti, meridiana o notturna, la sua scrittura è tendenzialmente surriscaldata, elettrica, spaventosamente cromatica. Essa origina un corto circuito di prospettive che talvolta scontorna meticolosamente il senso, sbalzandolo in violenti primi piani, talvolta lo dilata a dismisura spalancando significati inattesi. E anche quando le sue intenzioni si fanno politiche, le parole dell'impegno, ancorché crude e dirette, ancorché concetti, sono intrise di visioni. Ci sono costellazioni di immagini nella sua poesia, di una qualità insieme teatrale fotografica e filmica, che debordano continuamente dalla pagina per spalmarsi sugli occhi di chi lo ascolta. Liriche tratte da "Romancero gitano", "Diván del Tamarit", "Poema del Cante Jondo", "Canciónes", "Poeta en Nueva York", stralci dalle conferenze e dall'epistolario unitamente a frammenti musicali sono gli elementi di partenza di un itinerario che, in balìa delle correnti analogiche, si prova ad intersecare il fantastico della sua biografia e le stazioni della sua poetica. Non, dunque, un percorso celebrativo, magari consumato nella gabbia angusta dell'oleografia gitana, quanto un ripostiglio della memoria: tana di simboli opalescenti, luogo dell'epifania del demone, asilo dell'identità ferita dalla differenza.

COMO UN NIÑO è l'homenaje italiano al più grande cantore di una terra così vicina allo spirito delle nostre terre, una liturgia che porta nelle pieghe un sentito atto d'amore, un ponte di artisti italiani che celebra la "pelle di toro stesa fra Gibilterra e i Pirenei, l'Oceano ed il Mediterraneo". E lo fa riscrivendo e reinterpretando le Canciónes e Poemas di LORCA con un attore d'eccezione del teatro e del cinema mondiale: ARNOLDO FOA' che, nell'incisione ormai "storica" registrata col grande chitarrista Mario Gangi, contribuì fortemente alla divulgazione della poesia di Lorca nel nostro paese. La rotondità e allo stesso tempo la corposità della sua timbrica, oggi come allora, al servizio del grande artista granadino. Ancora una volta. Una delle nostre più grandi voci ri-legge il grande poeta andaluso insieme ad uno straordinario gruppo di artisti che da due anni alimenta il progetto ideato da Rocco Capri Chiumarulo e nell'ambito del quale è stato magistralmente inciso anche un disco, 'espaGNa'. A celebrare l'eclettica poetica di Lorca sono la danza con i ritmi del flamenco, il suo teatro onirico e surreale, la musica delle canzoni che egli stesso recuperò dalla tradizione popolare riscritte da artisti raffinatissimi… Una piccola liturgia di suggestioni e atmosfere regolata, come le maree, dall'avorio delle sue lune.

Interpreti:
Arnoldo Foà voce - Rocco Capri Chiumarulo voce, canto - Lucia De Santis baile flamenco - Pippo Ark D'Ambrosio percussioni - Nando Di Modugno chitarra - Anna Garofalo voce - Maria Giaquinto voce, canto - Paolo Mastronardi chitarre - Roberto Ottaviano sax soprano - Teresa Vallarella canto

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia