Giovedì 13 Dicembre 2018 | 16:02

GDM.TV

Le proteste e i temi sul tappeto nel G8 passano il secondo piano

G8 in Scozia GLENEAGLES - Ieri c'era il clima, l'Africa, e soprattutto le proteste, pacifiche o violente che fossero. Oggi tutto è sparito, sostituito dall'angoscia, lo shock delle bombe di Londra, le immagini terribili di Sky o della Bbc, con la devastazione, i visi insanguinati, i racconti della paura.
Gli attentati di Londra hanno drammaticamente cambiato nel giro di un'ora l'atmosfera a Gleneagles. La notizia delle esplosioni, quando ancora si parlava di problemi collegati alla corrente elettrica nella metropolitana, ha raggiunto molti giornalisti prima delle nove, mentre ancora arrivavano in pullman da Edimburgo o Glasgow, un percorso di due ore.
All'arrivo nella grande sala stampa a due piani del vertice, accanto all'hotel che ospita i lavori, un fatto è apparso chiaro: quel che stava succedendo a Londra stava per spazzare via (dall'attenzione generale, anche se non dall'agenda del vertice che prosegue) l'Africa, i mutamenti del clima, la riforma del commercio, la lotta all'Aids. Ancora una volta, il tema del giorno diventava, terribilmente, uno solo: il terrorismo.

Le esplosioni avevano però anche un altro effetto. Nulla è rimasto oggi delle proteste di ieri, delle cariche della polizia nei prati attorno ad Auchterarder, dei manifestanti che cercavano di far crollare la barriera di sicurezza, dei reparti a cavallo intenti a contenere i dimostranti. Anche la pressione per l'Africa attuata dall'ultimo grande concerto del Live 8 sembra essere lontana, nel frenetico rincorrersi di notizie, bilanci di vittime, dichiarazioni della polizia della capitale. Sulla strada per Gleneagles, a Auchterarder come a Stirling, dove ieri la tensione era alta per le manifestazioni e per i disordini provocati dai Black Bloc nelle prime ore del mattino, oggi non c'è quasi nessuno per strada. Niente blocchi stradali, niente pattuglie nervose a controllare raggruppamenti di manifestanti lungo le remote strade di campagna di quest'angolo di Scozia.
L'atmosfera frenetica di qualsiasi grande riunione internazionale diventa cupa, e tra le truppe dell'informazione, molti iniziano a preparare un veloce trasferimento a Londra. Nelle prime ore del mattino inizia a circolare addirittura la voce che il vertice verrà cancellato, previsione poi smentita da Tony Blair in persona. Alla riunione, comunque, saltano tutte le pubblicazioni di comunicati dal vertice, rimandati a domani.
Oggi non c'è Africa, clima, o commercio che tenga. Tutto è azzittito dai boati di Londra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori