Venerdì 14 Dicembre 2018 | 06:51

GDM.TV

Prodotti vegetali precotti italo-giapponesi in Calabria

pomodoro, ortaggiROMA - Un investimento di 32 milioni di euro, di cui 14 finanziati dal governo italiano, per una ricaduta occupazionale di 217 unità nell' attività vera e propria e di circa 600 nell' indotto. Sono questi i numeri del contratto di localizzazione firmato dal ministero delle Attività Produttive e da Vegitalia Spa, società italiana, partecipata al 40% da Kagome Corporation, prima multinazionale giapponese dell'agroalimentare, per l' apertura di un impianto produttivo di ortaggi, cereali, zuppe e cibi precotti e surgelati, a San Marco Argentano, in provincia di Cosenza.

«Questo accordo - ha affermato il sottosegretario alle Attività Produttive, Giuseppe Galati - rientra nel Progetto pilota di Localizzazione previsto dal Cipe, che offre specifici vantaggi per le imprese italiane in cui vi sia una significativa presenza di investitori esteri». «Il contratto di oggi - ha aggiunto Galati - testimonia la stretta vicinanza fra gli interessi economici italiani e giapponesi».
A conferma dell' importanza strategica della partnership in questione, alla cerimonia era presente l'ambasciatrice giapponese in Italia, Nabuko Matsumara, che ha ringraziato il governo italiano per l' attivazione, presso le Prefetture, di uno Sportello Unico per la concessione dei visti, la cui validità, grazie al riconoscimento dello status di 'fuori quotà rispetto alla legge Bossi-Fini, sarà portata da 2 a 5 anni per le imprese e da 8 a 30 giorni per i turisti.
Un contratto, quindi, paradigmatico dei rapporti commerciali sempre più stretti tra Italia e Giappone, come sintetizza il rappresentante di Kagome Corporation, Yukiko Yamada, che ha sottolineato: «In Giappone, dove la Kagome Corporation ha sei fabbriche, con particolare attenzione alla produzione di pomodori, c'è un boom dell'agroalimentare italiano». «Attualmente - ha precisato Yamada - sono 10.000 i ristoranti italiani e il mercato è in espansione». Si registrano prospettive di crescita soprattutto nell'industria dei precotti e surgelati italiani. Anche per questo - ha concluso Yamada - «abbiamo deciso di investire in Calabria».
Di «terra vocata per caratteristiche pedoclimatiche a questo tipo di produzione» ha poi parlato, con riferimento alla regione italiana, l' ad di Vegitalia Spa, Giorgio Tenuta, che ha fissato per maggio-giugno 2006 l'inizio delle attività.
Per l'ad di Sviluppo Italia, Massimo Caputi infine: «questo progetto testimonia lo sviluppo positivo di uno strumento passato in poco tempo da progetto pilota a progetto di legge».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO