Sabato 16 Gennaio 2021 | 00:56

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl processo
Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

 
Potenzala «trovata»
Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

 
Barila scorsa notte
Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

 
Batemergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
Bari
Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

 
LecceNel Leccese
Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

 
BrindisiIl caso
Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

 

i più letti

Piromani ed ecomafiosi, la vera minaccia dei boschi

ROMA - Sono i piromani e gli ecomafiosi la minaccia principale per i boschi italiani: il 61,5% degli incendi infatti sono dolosi. E' quanto emerge da un dossier di Legambiente alla vigilia della campagna nazionale «Non scherzate col fuoco» organizzata in collaborazione con il dipartimento di Protezione Civile e dedicata alla tutela e alla salvaguardia dagli incendi.

Anche se nel 2004 rispetto all'anno precedente c'è stata una diminuzione del 34% della superficie attaccata dalle fiamme non è però diminuita l'incidenza degli incendi dolosi: se 3 su 10 (il 37,4%) sono dovuti ad imprudenza, negligenza e distrazione 6 (il 61,5%) sono appiccati da piromani ed ecomafiosi. Nell'andamento dell'ultimo quinquennio in ogni caso la situazione rimane a grandi linee invariata.

Migliorano invece gli interventi della Protezione Civile e del Corpo forestale dello Stato che hanno svolto un ottimo lavoro nelle attività di spegnimento di roghi. «Ma per fermare - significativamente il fenomeno - sottolinea Roberto Della Seta, presidente di Legambiente - dobbiamo fermare a monte la possibilità di speculare sugli incendi boschivi». In prima linea nella guerra contro i piromani dovrebbero essere i Comuni. Sono, infatti, soprattutto le realtà presenti sul territorio «ad avere le armi per fermare i roghi - continua Della Seta - come il catasto delle aree percorse dal fuoco per bloccare gli speculatori e le campagne informative mirate ai fruitori del bosco, strumenti fondamentali ancora troppo spesso disattesi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400