Domenica 24 Gennaio 2021 | 09:44

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariBurrasca in arrivo
Maltempo nel Barese, scatta da domani allerta arancione per forte vento

Maltempo nel Barese, scatta da domani allerta arancione per forte vento

 
BrindisiIl caso
Presunti abusi al porto di Brindisi: 12 richieste a processo

Presunti abusi edilizi nel porto di Brindisi: chiesto il processo per 12 persone

 
LeccePuglia, cinema e tv
Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

 
TarantoIl caso
Taranto, poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati medici

Poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati i medici

 
FoggiaIl virus
Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

 
MateraOmicidio
Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: gravemente ferito un altro

Rotondella, uomo ucciso a coltellate: è un ingegnere di 46 anni. Gravemente ferito netturbino 45enne

 
BatL'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 

A chi mi posso rivolgere?

MONTEMESOLA (TA) - Usare sempre più spesso il 112 per avere un contatto continuo e costante per sapere a chi rivolgersi.
E' quanto il capitano Giovanni Tamborrino, comandante la Compagnia dei Carabinieri di Martina Franca, ed il maresciallo Giuseppe Barbuzza, comandante la Stazione dell'Arma di Montemesola, hanno sollecitato in un recente incontro con gli anziani per parlare insieme di sicurezza e prevenzione dei reati che colpiscono le persone delle fasce d'età più debole.
Nell'ambito del più esteso quadro di iniziative, finalizzate all'attuazione della Sicurezza partecipata ed avviate dai Carabinieri dei Comandi provinciale di Taranto e regionale di Bari, il capitano Tamborrino ha avviato una serie di incontri in diversi centri del territorio di propria competenza.

Le piccole truffe, scippi, maltrattamenti in ambito familiare, che sono i reati che a livello nazionale vedono maggiormente le persone della terza età quali principali protagonisti, sono le notizie più angoscianti per loro e vengono vissute dai soggetti interessati con maggiori preoccupazioni.
«In questi territori - ha rilevato il capitano Tamborrino - i reati non sembrano al momento destare eccessive preoccupazioni. Ciò non deve far abbassare a noi la guardia ed alla comunità far trascurare il fenomeno sempre insidioso. Piccoli accorgimenti, invece, adottati da parte degli anziani consentono di evitare quelle truffe, che si traducono in seri traumi in chi li subisce».
Attenzione, insomma, a chi si presenta in giacca e cravatta e con atteggiamenti rassicuranti con frasi "siamo del telefono o del gas", "Buongiorno sono una sensitiva posso aiutarla" oppure "dobbiamo controllare l'autenticità delle banconote" dopo aver ritirato la pensione.

«Si deve chiamare in questi casi subito il 112. Il numero telefonico di facile utilizzo, è il contatto più immediato con i Carabinieri - ha sottolineato Tamborrino - ed una pattuglia controllerà immediatamente la segnalazione. Non si abbia timore ad utilizzarlo: è meglio un falso allarme che subire azioni truffaldine».
«In cinque anni - ha evidenziato il maresciallo Barbuzza - a Montemesola si sono verificati dieci casi di questo tipo. Tutti perpetrati da un gruppo di nomadi, che sono stati identificati e acciuffati, grazie anche alle segnalazioni ricevute. Da allora, però, le segnalazioni in Caserma si sono ridotte notevolmente e, ciò, comporta maggiori difficoltà nel controllo del territorio».
Il continuo e costante rapporto con la Stazione locale ed il ricorso al 112 costituiscono, quindi, le migliori azioni di contrasto verso questi detestabili reati.
Paolo Lerario

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400