Giovedì 24 Gennaio 2019 | 07:54

i più visti della sezione

Locorotondo apre le sue vie al «Locus Festival»

La prima edizione della rassegna nel centro storico del tranquillo paese in Valle d'Itria. Dieci spettacoli sino al 3 settembre. Al via il 26 giugno con un omaggio a Thelonius Monk nel reading di Stefano Benni e Umberto Petrin
Locorotondo Locus Festival Da quest'anno l'amministrazione comunale di Locorotondo organizza la prima edizione del "Locus Festival". Una rassegna di concerti che si svolgerà dal 26 giugno al 3 settembre in vari spazi del centro storico. Luoghi spesso inediti come le scarpate della suggestiva via Nardelli che delinea il profilo circolare del paese, il locus rotundus di antica memoria. L'iniziativa si avvale del sostegno della Banca di Credito Cooperativo di Locorotondo, il patrocinio della Regione Puglia e della Provincia di Bari e la collaborazione della locale Pro Loco. Il programma è stato messo a punto con l'associazione Bass Culture.
Dieci gli appuntamenti che spaziano in vari generi musicali: dall'apertura con «Misterioso», un omaggio a Thelonius Monk nel reading dello scrittore Stefano Benni accompagnato dal pianista Umberto Petrin, alla ricerca musicale di Mauro Pagani e Stefano Bollani, il jazz di Pietro Lussu, Lorenzo Tucci e Pietro Ciancaglini, Mirko Signorile e Gaetano Partipilo. Dai ritmi carioca di Kal Do Santos, alla musica interetnica dei portoghesi Terrakota e dei salentini Zina. Sino al pop rock dei Negramaro, attesi per il 15 agosto nel pieno dei tradizionali festeggiamenti per il patrono San Rocco.
Sarà la prova generale di tenuta all'afflusso di grandi masse di pubblico in questo piccolo centro ed un primo passo per mettere a punto un programma di intrattenimento coerente che punti a valorizzare l'identità accogliente di questo dolce paese che, come una bianca apparizione, svetta nel verde della Valle d'Itria. Nel quintetto dei comuni della Valle: Alberobello, Martina Franca, Cisternino, Ostuni, Locorotondo è quello che ha più conservato il suo antico ritmo. Qui il silenzio è ancora interrotto dal suono delle campane della chiesa madre, di cui le vecchie generazioni ben capiscono il linguaggio. Il tempo è scandito anche dai richiami puntuali alle ore dei genuini pasti, i cui profumi esalano dalle case nelle linde viuzze. La musica che da sempre ha fatto da sottofondo sonoro è quella delle bande che accompagnano matrimoni, funerali o santi in processione. Dalle casse armoniche, montate davanti alla villa comunale nei giorni di festa, risuonano ancora le arie delle grandi opere che gli anziani ascoltano estasiati.
Il boom del turismo nei trulli e la continua richiesta di intrattenimento del pubblico vacanziero ha invaso un po' tutti i paesi del circondario, spesso con effetti caotici e spersonalizzanti. Locorotondo sembra l'ultimo baluardo di autenticità, e questo è il suo punto di forza anche in una prospettiva di sviluppo. Pur consapevole dell'opportunità dell'indotto economico creato dal turismo, sembra aver preferito sinora preservare la sua pace differenziandosi dal caos dei paesi vicini. I turisti li ha accolti non in invadenti nuovi alberghi, ma recuperando vecchie "cummerse" del centro storico riconvertite in suite. Alla baraonda dei concerti in piazza ha preferito strutture eleganti ricavate in masserie fuori centro come il Mavù o l'idoneo spazio dell'Istituto agrario. A «fornelli» di carne alla brace, improvvisati in ogni dove negli altri paesi, ha risposto con trattorie di qualità in cui degustare il noto vino locale.
Locorotondo con il «Locus Festival» apre ora le sue porte agli spettacoli serali, con la consapevolezza - espressa anche in un colloquio con il sindaco Ubaldo Amati - di dover preservare la sua peculiare tranquillità in un'ottica contemporanea.
Paola Damiani


Il programma completo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Scontro tra tifosi all'imbarco dei traghetti di Messina: 5 ultrà arrestati

Scontro tra tifosi all'imbarco dei traghetti di Messina: 5 ultrà baresi arrestati

 
di maio gazzetta

di maio gazzetta

 
Creava finte società per non dichiarare al fisco: evasione da 30mln di euro a Cerignola

Creava finte società per non dichiarare al fisco: evasione da 30mln di euro a Cerignola

 
Tap, acqua contaminata: blitz delle Tute blu davanti ad azienda di Martano

Tap, acqua contaminata: blitz delle «Tute blu» davanti ad azienda di Martano

 
Picci, la bambina afghana in pericolo di vitae il grande cuore dei militari italiani

Picci, la bambina afghana in pericolo di vita
e il grande cuore dei militari italiani

 
Bari, la festa della Polizia locale nella Basilica di San Nicola

Bari, la festa della Polizia locale nella Basilica di San Nicola

 
Taranto, organizzavano rapine in posta e gioiellerie: arrestata banda

Taranto, rapinavano uffici postali e gioiellerie: fermati in due

 
Dopo 19 giornate si ferma la corazzata BariAbayan, Crucitti e Cataldi i protagonisti

Dopo 19 giornate si ferma la corazzata Bari
Abayan, Crucitti e Cataldi i protagonisti

 
La storia delle teste di cuoio italianeraccontata dal comandante Alfa dei Gis

La storia delle teste di cuoio italiane
raccontata dal comandante Alfa dei Gis

 
In un anno bonificati 50mila ordigni inesplosiArtificieri e palombari al servizio del Paese

In un anno bonificati 50mila ordigni inesplosi
Artificieri e palombari al servizio del Paese

 
Matera 2019, in 3000 sotto la pioggia per la serata inaugurale

Matera 2019, in 3000 sotto la pioggia per la serata inaugurale

 
Investimento in via Crisanzio

Investimento in via Crisanzio