Sabato 23 Gennaio 2021 | 22:12

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariBurrasca in arrivo
Maltempo nel Barese, scatta da domani allerta arancione per forte vento

Maltempo nel Barese, scatta da domani allerta arancione per forte vento

 
BrindisiIl caso
Presunti abusi al porto di Brindisi: 12 richieste a processo

Presunti abusi edilizi nel porto di Brindisi: chiesto il processo per 12 persone

 
LeccePuglia, cinema e tv
Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

 
TarantoIl caso
Taranto, poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati medici

Poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati i medici

 
FoggiaIl virus
Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

 
MateraOmicidio
Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: gravemente ferito un altro

Rotondella, uomo ucciso a coltellate: è un ingegnere di 46 anni. Gravemente ferito netturbino 45enne

 
BatL'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 

Il ringraziamento per il sacrificio dei caduti al Sacrario di Bari

BARI - «La Repubblica rivive anche ed essenzialmente per la presenza, l'impegno e il sacrificio dei suoi Corpi essenziali quali sono anche le Forze armate e le Forze dell'ordine»: lo ha detto il sottosegretario di Stato alla Difesa, sen.Rosario Giorgio Costa, riferendosi ai militari morti in Iraq, parlando con i giornalisti nel corso delle cerimonie ufficiali che si stanno tenendo oggi nel capoluogo pugliese per la celebrazione della Festa nazionale della Repubblica.
Costa, è stato accolto al Sacrario dei caduti d'oltremare dal prefetto di Bari, Tommaso Blonda, e dal gen.di squadra Giovanni Mazzone, comandante della Terza regione aerea e del presidio militare di Bari. Alla cerimonia erano presenti, tra gli altri, il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, e autorità civili e militari. Il sottosegretario ha reso onore ai caduti con la deposizione di una corona sull' altare del Sacrario.
«Nel corso della sua lunga storia, perchè questo è il 59/o anno della Repubblica - ha detto Costa - evidentemente non sempre sono state fiori e rose, ma ci sono stati anche momenti di nubi».

«Le nubi - ha continuato il sottosegretario - sono state però forate da questa Repubblica e sono state forate anche grazie all'impegno e al sacrificio delle forze di pace». «E' un bene questo della pace - ha detto ancora Costa - che non può essere ascrivibile solo ad un Paese, considerata l'area sovranazionale nella quale viviamo». «Pensare di vivere in pace stando chiusi nella propria casa e nel proprio paese - ha proseguito Costa - è veramente impossibile. Da qui la necessità di questa convivenza internazionale e dell'adesione e dell'aderenza alle organizzazioni mondiali alle quali noi siamo fiduciosamente aderenti sin dall'alba di questa Repubblica e, nell'area che ci riguarda, se c'è stata la pace ciò è stato ascrivibile anche alla circostanza che le Forze dell'ordine sono state forze di pace». «Poi è evidente che gli incidenti - ha ancora affermato Costa - si possono sempre verificare, possono anche accadere quando si va per motivi diversi da quelli che sono la tutela della Repubblica e la tutela della pace».
«A questi nostri morti - ha concluso il sottosegretario Costa - noi rivolgiamo referenti il ringraziamento, il saluto e assicuriamo imperitura devozione, consapevoli che senza il loro sacrificio, come quello dei nostri eroi del Sacrario d'oltremare, noi oggi non saremmo quella grande Repubblica che siamo e quella grande Repubblica che vogliamo continuare ad essere».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400