Giovedì 25 Febbraio 2021 | 23:42

Il Biancorosso

Biancorossi
Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIn via Crispi
Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

 
LecceNella notte
Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

 
FoggiaIl sindaco
San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

 
PotenzaL'incidente
San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

 
BariIl progetto
Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

 
BatNella Bat
Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

 
BrindisiIl caso
Brindisi, giudice arrestato: riesame rigetta ricorso, Galiano resta in carcere

Brindisi, giudice arrestato: riesame rigetta ricorso, Galiano resta in carcere

 

i più letti

«Riscopriamo la domenica contro il consumismo»

BARI - Riscoprire il senso della festa cristiana contro il «consumismo sfrenato» e il «secolarismo». E' l'invito del Papa durante la messa conclusiva del XXIV Congresso eucaristico nazionale, che sta celebrando a Bari. Nell' omelia, Benedetto XVI non fa invece accenno al referendum sulla procreazione assistita che si svolgerà in Italia a giugno e sui cui la Cei ha invitato all'astensione.
«Neppure per noi - ha detto papa Ratzinger - è facile vivere da cristiani. Da un punto di vista spirituale il mondo in cui ci troviamo, segnato spesso dal consumismo sfrenato; dall'indifferenza religiosa, da un secolarismo chiuso alla trascendenza, può apparire un deserto».
Il «precetto festivo» ha detto ancora, non è un «dovere imposto dall' esterno, ma un bisogno del cristiano» e il cammino che Dio indica non è «arbitrario: la strada che Dio indica mediante la sua legge va nella direzione iscritta nell'essenza stessa dell'uomo. Seguirla significa per l'uomo realizzare se stesso; smarrirla equivale a smarrire se stesso».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400