Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 08:02

GDM.TV

i più visti della sezione

Biggeri: le nuove famiglie cercano risposte che non ci sono

ROMA - Nè le istituzioni nè le imprese danno risposte, in termini di beni e servizi, ai nuovi modelli di famiglia italiana. Le risposte a queste nuove espressioni di bisogni non possono venire solo dagli incrementi di reddito e dalla spinta a maggiori consumi. Il richiamo, rivolto ad istituzioni, policy maker ed imprese, è del presidente dell'Istat, Luigi Biggeri, presentando le trasformazioni che hanno interessato la famiglia evidenziate nel rapporto annuale.
«Il modello tradizionale di coppia coniugata con figli - ha detto - perde terreno. L'Italia si avvicina così sempre più al modello europeo di convivenza, dove la componente giovanile ha un peso fondamentale». A fronte di queste modificazioni, non c'è stata una parallela comprensione del fenomeno: «la risposta a questi nuovi tipi di famiglia non c'è stata, nel senso che sia le istituzioni sia le imprese non hanno seguito l'evoluzione. Non si sono cioè occupati di capire bene quali erano i bisogni di beni e di sevizi».
«I nuovi attori sociali e le nuove forme familiari - ha aggiunto - esprimono infatti in gran parte domande e bisogni inediti, che richiedono risposte anch'esse inedite e innovative. L'affidamento alle reti familiari e la spinta a maggiori consumi e incrementi di reddito non possono costituire le uniche risposte. Meno che mai - ha sottolineato Biggeri - a sollevare individui e famiglie dall'incertezza e dalla sfiducia». A suo avviso, «occorre offrire un quadro di orizzonti individuali sufficientemente certi, abbassare i costi del cambiamento e il rapporto costi/benefici del rischio di innovazione, fornire prospettive di crescita valide e credibili per tutti, per le ragazze ed i ragazzi, per le giovani coppie, per le donne e le madri lavoratrici, per i lavoratori extracomunitari, per gli imprenditori, per le nuove tipologie di famiglie». Biggeri ha, fra l'altro, confermato che anche nel 2004 «il modello italiano di welfare continua a basarsi sulla disponibilità della famiglia nei confronti dei segmenti più deboli di popolazione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Raf e Umberto Tozzi si raccontano: segui la diretta

Raf e Umberto Tozzi, la strana coppia si racconta alla Gazzetta Rivedi la diretta

 
"Grazie per quello che fate e che avete fatto"Gli auguri di Rosso  capo di stato Maggiore

"Grazie per quello che fate e che avete fatto"
Gli auguri di Rosso capo di stato Maggiore

 
Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese per me è un orgoglio»

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese? Un orgoglio»

 
Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo