Martedì 18 Dicembre 2018 | 20:42

GDM.TV

i più visti della sezione

La presenza italiana si stava facendo sentire in Afghanistan

KABUL - Il rapimento di una volontaria italiana a Kabul, Clementina Cantoni, che lavora per «Care International», giunge in un momento che vede la presenza militare italiana in Afghanistan sul punto di acquisire una maggior importanza e visibilità nel Paese: il Generale di Brigata Giuseppe Santangelo, Comandante del Contingente Nazionale italiano ad Herat dal 31 maggio assumerà infatti il ruolo di Regional Area Coordinator dei quattro Provincial Reconstruction Team (Prt) dell'area ovest dell'Afghanistan.
Il Provincial Reconstruction Team è una struttura mista composta da unità militari e da civili con il compito di concorrere al processo di espansione della Nato in Afganistan, assicurando il supporto alle attività di ricostruzione condotte dalle organizzazioni nazionali ed internazionali operanti nella regione.
Oltre ad assicurare il sostegno logistico al Prt, la 'Fsb' è un'installazione aeroportuale avanzata necessaria tra l'altro per ospitare un'infrastruttura medico-sanitaria, ospitare una compagnia di «Quick Reaction Force» d'area con i propri elicotteri di supporto, assicurare il supporto logistico al Regional Area Commander ed al suo staff.
L'obiettivo strategico è quello di sostenere il processo d'espansione della Nato in Afganistan per la progressiva stabilizzazione dell'intero Paese. A questo fine, si punta alla realizzazione di progetti nazionali e internazionali finalizzati alla ricostruzione dell'Afghanistan occidentale.

NEL PAESE 895 MILITARI ITALIANI
In Afghanistan sono presenti 895 militari italiani, nell' ambito della missione Isaf, in corso dal gennaio 2002. Circa 350 hanno da poche settimane preso posizione nel Provincial reconstruction team (Prt) di Herat, gli altri sono a Kabul.
L'Italia ha anche il compito di coordinare i Prt della regione ovest del Paese: oltre a quello di Herat, quelli di Farah, Badghis e Ghor. Il comandante del contingente, denominato 'Italfor 10', è il colonnello Luigi Vinaccia.
Tanti gli interventi umanitari portati a termine dalla cellula Cimic (Cooperazione civile-militare) del contingente italiano nel Paese. L'ultimo reso noto proprio oggi: i militari di 'Italfor 10' hanno consegnato apparecchiature sanitarie per l' ospedale centrale di Herat - che fornisce l'assistenza ad un bacino di tre milioni di persone - e giocattoli per le bambine dell'orfanatrofio femminile, una struttura fatiscente che ospita 120 piccole orfane di guerra. Il materiale è stato donato dall'associazione umanitaria Padana onlus.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Raf e Umberto Tozzi si raccontano: segui la diretta

Raf e Umberto Tozzi, la strana coppia si racconta alla Gazzetta Rivedi la diretta

 
"Grazie per quello che fate e che avete fatto"Gli auguri di Rosso  capo di stato Maggiore

"Grazie per quello che fate e che avete fatto"
Gli auguri di Rosso capo di stato Maggiore

 
Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese per me è un orgoglio»

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese? Un orgoglio»

 
Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo