Martedì 18 Dicembre 2018 | 17:44

GDM.TV

i più visti della sezione

Le prevendite dei biglietti per Gianni Morandi

«E' sempre un piacere tornare da queste parti, sapeste quanti amici ho qui: la Puglia è nel mio cuore, da sempre, uno scorcio di vacanza lo faccio qui, un altro da qualche altra parte, ma da queste parti mi sembra di stare come a casa». Gianni Morandi, uno di casa, anche se da Taranto, città nella quale terrà un suo concerto sabato 30 aprile al Palamazzola, manca da un po' di anni. «E' ora di rifarsi, riavvicinarsi a…casa: conservo bei ricordi delle decine di concerti, serate che ho sempre fatto in momenti diversi della mia carriera da queste parti».
Morandi, monumento, pezzo di storia d'Italia, l'eterno ragazzo dalla faccia sorridente che porta impresso sul suo volto il ricordo del "boom" economico degli anni '60. E lo spettacolo che sta portando in giro con successo fa riferimenti a quegli anni "mitici", con un grande schermo sul quale scorrono immagini in bianco, significative di quegli anni. Lui con Rita Pavone, altre star della canzone di quei tempi. Politici, sex symbol (Kennedy, Krushev, Marilyn Monroe, Brigitte Bardot, ecc.) e altri protagonisti dei Sessanta.
Gianni Morandi è amatissimo, perché non ha mai abbandonato, con il suo modo di porsi, con le sue canzoni, l'inossidabile ottimismo del bravo ragazzo a cui la vita sorride, e non importa se ogni tanto c'è qualcosa che non va. L'importante è cantare (l'amore, il cuore, ma anche un po' la solitudine, che non fa mai male).
Sessant'anni, nato a Monghidoro (BO), per il Gianni nazionale essere popolare è una condizione naturale, come per altri lo è respirare. Già a dodici anni è una celebrità del paese, amato trasversalmente da madri attente a melodia e bel canto quanto da ragazzine già sedotte dalla sua aria pulita. Perché allora affaticarsi a studiare? Meglio lasciare tutto e dedicarsi solo alla musica, soprattutto se questa strana amante fin da subito elargisce così copiosi beni.
La consacrazione arriva nel '64 con la vittoria al Cantagiro con "In ginocchio da te". In linea con la moda del tempo, viene girato un film con lo stesso titolo, uno dei cosiddetti "musicarelli", fresco e spensierato quanto basta. Più avanti vince Canzonissima, partecipa al Festival di Sanremo. Non si contano i suoi successi: "Se non avessi più te", "Non son degno di te","Chimera" sono anche successi cinematografici. Scompare per qualche tempo, poi torna con successo con brani scritti da alcuni dei più grandi autori degli anni '80: "Canzoni stonate", "La mia nemica amatissima", "Bella signora", "Banane e lampone", "Giovane amante mia", "In amore" (fino "Dimmi adesso con chi sei", "Fino alla fine del mondo", alle ultime "A chi si ama veramente" e "Al primo sguardo").
Torna a Sanremo (vi partecipa nel 1980 e poi nel 1983 con buoni risultati) ma è soprattutto con la partecipazione del 1987 con Umberto Tozzi ed Enrico Ruggeri che riceve una nuova consacrazione. Il trio sfonda con "Si può dare di più", altro indovinato "inno" della ditta Morandi e da quel momento la carriera di Gianni ha ripreso l'inarrestabile corsa.
La sua rinascita si compie interamente negli anni '90, forse complici gli anni del riflusso, con nuovi dischi di successo insieme ad altri grandi artisti e specie grazie ai coinvolgenti tour studiati per essere il più possibile vicino alla gente; anche fisicamente, con Morandi che canta su una specie di piattaforma circondata dal pubblico, seduto a pochi centimetri da lui. Un'immersione, un bagno salvifico che lo renderà, se possibile, ancora più amato, di un amore puro e genuino come pochi artisti hanno saputo godere e che è cosa ben diversa dall'idolatria.
«E' uno spettacolo da non perdere - dice Morandi - in molte città nelle quali sono stato abbiamo tenuto per sette giorni: Milano, Roma, Genova, Napoli, Bologna: è sempre una festa. Con me sul palco ci sono i Ridillo, una formazione che ha un'estrazione musicale diversa, ma con la quale ormai da mesi vado in perfetta sintonia: non abbiamo rivoltato le canzoni come un guanto, perché guai a lavorarci troppo sopra, perché la gente le conosce come le ho incise, le ho sempre cantate. E io ai miei concerti voglio che la gente canti con me, voglio il coro da stadio».
Morandi, leader della Nazionale cantanti, artista ad ogni modo eclettico e sorprendente (ha conseguito un diploma di contrabbasso al Conservatorio), nella sua carriera ha conosciuto più volte anche il set cinematografico mentre in questi anni ha rispolverato le sue capacità da showman partecipando a fiction e conducendo fortunate trasmissioni tv a lui dedicate.
45 euro parterre (posto numerato), 30 euro gradinate (infoline: 4525781).
Biglietti parterre e gradinate in vendita presso
Musica è, Box Office, Tom & Gerry Agenzia Viaggi; solo gradinate: Casa del Disco De Fazio, Tabaccheria Ricchiuti; Grottaglie: Hi-Fi Music via Matteotti 16 (099.5622836); Francavilla Fontana: Centro Dischi via Ennio 77 (0831.843850); Manduria: Perrucci Dischi piazza regina Margherita (080/4806770), Lecce: Clinica dell'Accendino via Imperatore Adriano 31 (0832.332624)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Raf e Umberto Tozzi si raccontano: segui la diretta

Raf e Umberto Tozzi, la strana coppia si racconta alla Gazzetta Rivedi la diretta

 
"Grazie per quello che fate e che avete fatto"Gli auguri di Rosso  capo di stato Maggiore

"Grazie per quello che fate e che avete fatto"
Gli auguri di Rosso capo di stato Maggiore

 
Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese per me è un orgoglio»

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese? Un orgoglio»

 
Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo