Domenica 17 Gennaio 2021 | 16:09

Il Biancorosso

L'intervista
Auteri toglie gli alibi al Bari: «La fortuna? Conta altro»

Auteri toglie gli alibi al Bari: «La fortuna? Conta altro»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

Foggianel foggiano
San Severo, aggredito blogger e incendiata la sua auto: indaga la polizia

San Severo, aggredito blogger e incendiata la sua auto: indaga la polizia

 
ItaliaL'evento
Il Covid non ferma la Fiera del Fischietto di Rutigliano: onorata con un flash mob sui balconi

Il Covid non ferma la Fiera del Fischietto di Rutigliano: onorata con un flash mob sui balconi

 
PotenzaNel Potentino
Avigliano: in una Rsa inaugurata la prima tenda degli abbracci della Basilicata

Avigliano: in una Rsa inaugurata la prima tenda degli abbracci della Basilicata

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
LecceL'evento
La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

Calderoli, il guardiano delle riforme

ROMA - Bergamasco, 49 anni compiuti il 18 aprile scorso, medico ospedaliero specializzato in chirurgia maxillo-facciale, Roberto Calderoli, che mantiene il dicastero per le Riforme anche nel Berlusconi-ter, è formalmente il numero 2 della Lega. Riveste infatti la carica di coordinatore delle segreterie nazionali del partito (in sostanza il coordinatore dei segretari regionali), un ruolo che lo ha visto schierato in prima linea nel rappresentare le posizioni del Carroccio all'interno della maggioranza nei mesi successivi alla malattia di Umberto Bossi.
Una sorte di "proconsole" del capo, chiamato a gestire le vicende interne della Lega e a difenderne gli interessi di fronte agli alleati di governo e al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. E naturalmente a svolgere il ruolo di guardiano delle riforme, soprattutto dopo la nomina a ministro.
E' stato lui nei vari vertici della Casa delle libertà a sedersi al tavolo con gli altri leader di partito, pur senza esercitare in maniera assoluta la funzione di vice, ma sempre accanto ai ministri Roberto Maroni e Roberto Castelli e al presidente della commissione Bilancio della Camera Giancarlo Giorgetti, altri uomini fidati del "senatur".
Ai vertici della Lega Lombarda a partire dalla metà degli anni Novanta, Calderoli approda in Parlamento per la prima volta alla Camera nel 1992 e viene riconfermato nel 1994 e nel 1996, in questi ultimi due casi vincendo nell'uninominale.
Nel 2001 invece sceglie la via di palazzo Madama e l'elezione a senatore lo porta poi alla nomina di vicepresidente del Senato. Prima di approdare al ministero delle Riforme, da cui segue l'approvazione del ddl prima alla Camera e poi al Senato, nel testo che ora attende il via libera definitivo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400