Martedì 11 Dicembre 2018 | 08:57

GDM.TV

i più visti della sezione

Ministero Giustizia, per le minorenni motivi psicologici alla base della scelta di abortire

ROMA - Sono i motivi psicologici a dominare la scelta di aborto fra le minorenni, rari invece i casi per motivi di salute, come è avvenuto per la giovane che oggi ha abortito dopo l'intervento del giudice tutelare e l'opposizione dei genitori. E' la relazione del Ministero della Giustizia appena arrivata in Parlamento riferita al periodo 1995-2004 a fare luce sulle cause che portano una adolescente a decidere di interrompere una gravidanza. Nel 66,7% dei 1334 casi di Ivg fra le ragazze sotto i 18 anni nella grande maggioranza dei casi (66,7%) la scelta è guidata da questa ragione. Le ragazze, si legge nel documento, hanno infatti dichiarato di «non sentirsi psicologicamente pronte ad affrontare il ruolo di madre e le varie responsabilità connesse». Solo al secondo posto si pongono le motivazioni economiche (31,9%): non dispongono, per vari motivi, «del necessario sostegno economico-sociale da parte dei familiari o da parte del padre del nascituro. Alcune hanno espressamente dichiarato che un figlio costituirebbe un serio ostacolo ai propri progetti di vita futura».
Rari invece i casi per motivi di 5 salute (solo l'1,4%). La relazione sottolinea infine come l'ambiente in cui si trovano le minorenni che arrivano a questa decisione sia «desolante": gravi disagi all'interno della famiglia, di tipo sociale ed economico, mancanza di dialogo e salute precaria di uno dei due genitori.
SEMPRE PIU' GIOVANI - Negli ultimi 10 anni il numero delle ragazze che decidono di abortire è di fatto restato stabile attorno ai 1300 casi l'anno. Il 50% delle minorenni che arrivano a questa decisione ha compiuto i diciassette anni ma di recente si registra un leggero aumento delle interruzioni di gravidanza fra le più giovani.
SEMPRE PIU' STRANIERE - In soli 4 anni la percentuale di ragazze extra comunitarie che abortiscono è passata dal 11,6% al 25,5% sul totale delle Ivg fra le minorenni. Nelle regioni del nord questi interventi sono molto più frequenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia

 
Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Lorem video dolor sit amet, consectetur

Lorem video dolor sit amet, consectetur

 
Treni, la partenza del primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

Treni, parte il primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

 
Portici-Bari, i tre gol biancorossi

Portici-Bari, i tre gol biancorossi

 
Corinaldo, la fuga e il crollo della balaustra che ha schiacciato i ragazzi in discoteca

La fuga e il crollo della balaustra che schiaccia i ragazzi in discoteca