Domenica 16 Dicembre 2018 | 21:04

GDM.TV

Elisabetta: «Fiera di mio figlio»

WINDSOR (GB) - Il principe Carlo «ha superato ostacoli terribili, sono molto fiera e gli faccio i miei auguri»: lo ha detto oggi, secondo testimoni, la regina Elisabetta durante il ricevimento al castello di Windsor che ha seguito le nozze di suo figlio con Camilla Parker-Bowles.
La regina ha cominciato il suo breve discorso ai circa 800 invitati dicendo che aveva «due cose della massima importanza da annunciare».
Ha quindi rivelato il nome del vincitore del Grand National, importante corsa di cavalli tenutasi poco dopo il matrimonio, ed ha poi parlato delle nozze di Carlo.
Elisabetta «dice sempre cose che la gente non si aspetta, cose che sono sempre spiritose», ha dichiarato alla France Presse Addy, un colonnello in pensione che ha ascoltato il discorso. «E' un segno di carisma, di fascino, è una dama meravigliosa», ha aggiunto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia