Domenica 16 Dicembre 2018 | 07:28

GDM.TV

Una piccola Onu su sagrato S.Pietro

Kofi Annan in Vaticano ROMA - Il presidente iraniano Khatami che bacia il re Abdhallah di Giordania, il presidente George Bush che conversa con il re Juan Carlos e saluta il premier Silvio Berlusconi. Non solo strette di mano ma anche piccoli conciliabili tra i grandi: le quasi due ore che separavano l'inizio delle esequie funebri di Giovanni Paolo II hanno trasformato il sagrato di San Pietro in un piccolo «palazzo di vetro», per la presenza di capi di Stato, re e uomini di governo di 200 delegazioni provenienti praticamente da tutto il mondo. Scambi di saluti come quelli, ad esempio, tra il presidente Chirac e Kofi Annan o tra il presidente Ciampi e i reali di Spagna. Molte delle tante personalità hanno atteso quasi due ore prima di riempire lo spazio posto alla destra dell'altare dove è iniziata da poco la funzione funebre.
Tra i primi a giungere, transitando dal portone della Basilica, il segretario delle Nazioni Unite, Kofi Annan, insieme ad una folta delegazione di ministri e uomini politici italiani. Tutti, come vuole il cerimoniale, sono stati accolti sul sagrato dal prefetto della Casa pontificia James Harvey. Alla spicciolata, ma con tempi severamente cadenzati, sono giunti via via personalità quali il capo del governo tedesco, Schroeder, il presidente ucraino Yushenko, quello afgano Karzai e, più tardi, il presidente francese Chirac, Hassad II di Giordania, i reali di Spagna insieme al premier Zapatero. A seguire in ordine di tempo, il presidente brasiliano Lula con signora, Tony Blair che ha preceduto di poco il principe Carlo, che per assistere ai funerali del santo padre ha rinviato a domani il suo matrimonio con Camilla previsto per oggi. Tra gli ultimi ad arrivare per questioni di protocollo e sicurezza il presidente degli Stati Uniti George W. Bush, con il padre George senior e l'ex presidente Bill Clinton, Con loro il segretario di stato Usa Condoleezza Rice.
Bush e la moglie, a cui si sono avvicinati tra gli altri il re di Spagna Juan Carlos e il segretario generale delle Nazioni unite Kofi Annan, hanno preso posto in seconda fila a fianco al presidente francese Jacques Chirac e alla moglie Bernadette. Il presidente degli Stati uniti è arrivato sul sagrato poco dopo l'arrivo del presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi con la signora Franca.
Molto ripresa dalle telecamere anche l'arrivo del presidente iraniano Katami che oltre a salutare re Abdallah di Giordania si è intrattenuto a colloquio con il presidente afghani Karzai e ha salutato inoltre il presidente del Congresso mondiale ebraico, Singer. Folta anche la presenza di rappresentanti delle chiese ortodosse e delle altre vari confessioni cristiane. Ma il tempo intercorso tra gli arrivi e l'inizio della solenne funzione religiosa in San Pietro è servito ai capi di Stato per lunghi conciliaboli e calorosi saluti. Ad accompagnare il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi che il sottosegretario Valentino Valentini, i presidenti di Camera e Senato Pierferdinando Casini e Marcello Pera e il vice premier e ministro degli Esteri Gianfranco Fini. Nei posti riservati alle autorità ci sono tra gli altri: il vice primo ministro Marco Follini, il ministro delle Politiche comunitarie Rocco Buttiglione, il ministro per gli Italiani nel mondo, Mirko Tremaglia, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta, il portavoce di Palazzo Chigi, Paolo Bonaiuti, il neo presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo, e della Lombardia, Robertro Formigoni, il sindaco di Roma Walter Veltroni, e quello di Milano, Gabriele Albertini, il governatore della Banca d'Italia, Antonio Fazio, il leader dell'Unione Romano Prodi. Tra i parlamentari sono presenti anche: Bruno Tabacci, Clemente Mastella, Francesco Moro, Cesare Salvi, Domenico Fisichella e l'eurodeputato Massimo D'Alema.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini