Giovedì 13 Dicembre 2018 | 19:36

GDM.TV

Fiera di San Leone a Bitonto

Fiera di San Leone a Bitonto dal 6 al 10 aprile. Cinque giorni di stand espositivi di alimenti e dell'artigianato, di eventi artistici, teatrali, convegni, dibattiti e presentazione di libri di gastronomia. Tutto in nome di una delle più antiche fiere d'Italia (XI, XII sec.) citata persino da Boccaccio che nella novella decima della giornata nona del Decamerone, così scrisse: «E con donno Gianni insieme n'andò alla fiera di Bitonto...».
Un'iniziativa del Comune di Bitonto e benedetta da enti locali e sponsor, organizzata da Marco Tribuzio, direttore del Centro di Educazione Ambientale Elaia, direttore artistico dell'evento Franco Sannicandro. Sigla ufficiale della fiera "Franz il giullare" di Emilio Garofano.
La Fiera di San Leone in origine durava una settimana e, durante il periodo aragonese,il giorno dell'inaugurazione era così importante che un corteo, solenne per la partecipazione di nobili, dame, clero, e armigeri, partiva dall'abbazia di San Leone, preceduto dal gonfalone cittadino, dalle insegne reali. Il corteo s'avviava accompagnato dal suono delle trombe e da rullio dei tamburi sino alla zona della fiera dove ad accogliere i dignitari c'erano l'abate e i monaci del monastero. Dopo la benedizione la fiera era aperta al pubblico: commercianti, contadini, pastori, trafficanti, artisti, borsaioli, massaie e da "curiosi viaggiatori".
Il fronte espositivo era occupato, oltre che mercanti locali, anche da gruppi di commercianti che arrivano a Bitonto persino da Milano, Firenze, Venezia, dai Balcani per vendere bestiame, tessuti di seta, di lana, telerie, panni, attrezzi agricoli, finimenti per cavalli, oreficeria e ferramenta.
Nemmeno la legge emanata nel 1807 da Gioacchino Murat che aboliva gli Ordini religiosi, impedì lo svolgimento della fiera di San Leone purché sotto giurisdizione comunale.
Con "Correva l'anno 1349", gli organizzatori della fiera di San Leone riproporranno per domani e domenica dalle 19.00 nel chiostro dell'è Seminario, una rievocazione storica, ispirata all'opera di Domenico da Gravina un cronista pugliese del "IV secolo. L'autore narra delle nefandezze compiute durante il regno della giovane regina angioina Giovanna la pazza da parte del famigerato palatino Giovanni Pipino, il quale con l'aiuto di alcuni comuni vicini nel luglio del 1349, attaccò Bitonto i cui cittadini aiutati dalla fazione angioina del Re d'Ungheria forte di arcieri ungheresi e mercenari di diverse nazionalità, sbaragliarono in diciassette giorni gli assalitori.
Quanto olio è passato e passa per le macine di Botontum municipio romano, l'attuale Bitonto! E' quello prodotto dalle olive coratine e cima di Bitonto. La Città Vecchia è su un vallone scavato millenni fa da un ignoto quanto alacre fiume. Bitonto della cattedrale il più bell'esempio di romanico pugliese e dedicata a san Valentino. Fu costruita tra l'"I e il "II (in un secolo!) su progetto di un ignoto architetto ad imitazione del tempio nicolaiano di Bari. All'esterno un tripudio di capitelli scolpiti con decorazioni vegetali ed animali, il solenne rosone. All'interno le navate e gli austeri matroneo e cripta, lo splendido ambone di Nicolaus Sacerdos e Magister, colonnati e leggende orientali.
(info: elaia@ecorete.it tel. 329.357.02.34-338.305.86.92)
Vittorio Stagnani

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori