Martedì 22 Gennaio 2019 | 17:36

i più visti della sezione

Quando Marino definì «killer del Gino Lisa» l'amministratore di Adp

di Massimo Levantaci

Sul Gino Lisa si addensano nubi sempre più minacciose. Perduti i voli della Darwin, adesso rischia di tramutarsi in una sonora beffa anche l’unica speranza alla quale è legato il futuro aeroportuale di questa provincia costituita dai 14 milioni di euro per l’allungamento della pista. L’anticipazione è stata riferita ieri sera dalla vicepresidente regionale, Loredana Capone, intervenendo con oltre due ore di ritardo (causa riunione di giunta assai delicata sul crak della sanità) all’inaugurazione del nuovo centro ricerche Bonassina di cui riferiamo a parte.

«Domani Vendola sarà a Roma - le parole della vicepresidente - il governo vuole toglierci anche i finanziamenti previsti nel Piano per il Sud che era stato congelato, poi riammesso nei programmi di bilancio sia pure decurtato di risorse cospicue destinate al Mezzogiorno, e ora di nuovo a rischio». In quel piano ci sono pure i 14 milioni per l’aeroporto di Foggia, oltre a tutta un’altra serie di infrastrutture destinate a incidere sullo sviluppo del nostro Mezzogiorno per i prossimi anni, il Gino Lisa non è che una pagliuzza.

Ma le notizie cattive per lo scalo foggiano non finiscono qui. Da Bari rimbalza un’indiscrezione piuttosto curiosa: Darwin Airline, dopo aver sbaraccato a Foggia, non finirà la sua collaborazione con Aeroporti di Puglia poichè avrebbe già destinato uno dei suoi due aerei da 70 posti all’aeroporto di Palese per un nuovo volo di linea con Trieste. La voce - che al momento non trova conferme - si presta per il momento a qualche considerazione di troppo e forse anche fuori luogo, perchè dà fiato a chi sostiene che sia questo il prezzo pagato da Darwin ad Aeroporti di Puglia per aver potuto alzare i tacchi dal Gino Lisa con eccessiva solerzia, appena un mese dopo la scadenza del contratto di servizio. Secondo queste malelingue, inoltre, i 500mila euro di perdite che Darwin avrebbe accumulato soltanto nel primo mese di esercizio a libero mercato dal “Lisa”, sarebbero una somma «non veritiera» e, sostengono, «facilmente riscontrabile in base al numero di passeggeri imbarcati».

Si registrano intanto anche le prime iniziative del territorio (finalmente) per non abbandonare il Gino Lisa al suo oblio. Al momento si ragiona su progetti ancora fumosi, come l’ipotesi di acquistare aerei in leasing e di fantomatiche «collette istituzionali» in cui la Camera di commercio sarebbe già pronta a deliberare la somma di 400mila euro per finaziare le nuove tratte. La riunione di giunta è stata convocata per il 7 novembre (proprio il giorno dell’addio alla Darwin), in quell’occasione dovrebbe essere messa ai voti la proposta presentata già qualche tempo fa dalla componente del commercio e dei servizi di destinare tutte le spese extra, finora impiegate per finanziare sagre e cose varie, al solo scopo di rivitalizzare il trasporto aereo.

Continuano a piovere anche dichiarazioni più o meno interessanti sulla questione Gino Lisa: ha destato un certo rumore, ieri mattina, la definizione di «killer del Gino Lisa» rivolta dal consigliere regionale Dino Marino all’amministratore unico di Aeroporti di Puglia, Domenico Di Paola. Il consigliere regionale, Leonardo Di Gioia, invece si difende così dalla definizione di «nullafacenti» rivolta dal mondo politico locale agli undici rappresentanti foggiani a via Capruzzi: «Io sono un consigliere di opposizione e svolgo il mio ruolo nei limiti del mio mandato. Sono altri, quelli che stanno in maggioranza, che dovrebbero rispondere del loro operato».

Scintille anche fra l’assessore al Turismo, Silvia Godelli e Nicola Vascello, neocomponente di «Pugliapromozione» (agenzia della Regione) accusato di aver rivolto critiche feroci al governo Vendola per il Gino Lisa: «Dichiarazioni fuori del suo mandato», dice l’assessora.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Tap, acqua contaminata: blitz delle Tute blu davanti ad azienda di Martano

Tap, acqua contaminata: blitz delle «Tute blu» davanti ad azienda di Martano

 
Picci, la bambina afghana in pericolo di vitae il grande cuore dei militari italiani

Picci, la bambina afghana in pericolo di vita
e il grande cuore dei militari italiani

 
Bari, la festa della Polizia locale nella Basilica di San Nicola

Bari, la festa della Polizia locale nella Basilica di San Nicola

 
Taranto, organizzavano rapine in posta e gioiellerie: arrestata banda

Taranto, rapinavano uffici postali e gioiellerie: fermati in due

 
Dopo 19 giornate si ferma la corazzata BariAbayan, Crucitti e Cataldi i protagonisti

Dopo 19 giornate si ferma la corazzata Bari
Abayan, Crucitti e Cataldi i protagonisti

 
La storia delle teste di cuoio italianeraccontata dal comandante Alfa dei Gis

La storia delle teste di cuoio italiane
raccontata dal comandante Alfa dei Gis

 
In un anno bonificati 50mila ordigni inesplosiArtificieri e palombari al servizio del Paese

In un anno bonificati 50mila ordigni inesplosi
Artificieri e palombari al servizio del Paese

 
Matera 2019, in 3000 sotto la pioggia per la serata inaugurale

Matera 2019, in 3000 sotto la pioggia per la serata inaugurale

 
Investimento in via Crisanzio

Investimento in via Crisanzio

 
L'arrivo di Conte e i 2019 musicisti: la prima mattina di Matera da Capitale della Cultura

L'arrivo di Conte e i 2019 musicisti: la prima mattina di Matera da Capitale

 
Matera, 2019 lumini si accendono tra i sassi: il video

Matera, 2019 lumini si accendono tra i sassi: il video

1commento