Martedì 11 Dicembre 2018 | 08:03

GDM.TV

i più visti della sezione

Per il luogo della sepoltura bisogna aspettare il testamento

CITTA' DEL VATICANO - Sarà predisporre «tutto il necessario per le esequie del defunto Pontefice, che dovranno essere celebrate per nove giorni consecutivi», e per la sua sepoltura, a meno che Giovanni Paolo II non abbia dato indicazioni, la prima decisione che sarà presa dalla maggioranza del collegio cardinalizio, riunito in due congregazioni, una Generale e l'altra Particolare, che si riuniranno a partire da domani.
Alle Congregazioni è infati affidato il governo della Chiesa, ma solo per «gli affari ordinari o quelli indilazionabili», mai comunque su questioni spettanti ad un papa. La Congregazione generale comprende l'intero Collegio cardinalizio. Alle Congregazioni generali devono partecipare tutti i cardinali «non legittimamente impediti, non appena sono informati della vacanza della Sede Apostolica». La Congregazione particolare è costituita dal Cardinale camerlengo Edoardo Martinez Somalo e da tre cardinali, uno per ciascun Ordine (vescovi, preti e diaconi), estratti a sorte tra i cardinali elettori già venuti a Roma. L'ufficio di questi tre cardinali, detti assistenti, cessa al compiersi del terzo giorno, ed al loro posto, sempre mediante sorteggio, ne succedono altri con il medesimo termine di scadenza anche dopo iniziata l'elezione. Nelle Congregazioni particolari si tratteranno solamente «le questioni di minore importanza, che si presentano giorno per giorno o momento per momento».
L'inizio dei nove giorni di esequie, i novendiali, secondo la costituzione apostolica 'Universi dominici gregis' di Giovanni Paolo II, che determina proprio ciò che va fatto durante la Sede vacante, deve essere fissato in modo che «la tumulazione abbia luogo, salvo ragioni speciali, fra il quarto e il sesto giorno dopo la morte». Per quanto riguarda la sepoltura del Papa, i cardinali decideranno, a meno che il papa stesso «da vivo, non abbia manifestato la sua volontà a tale riguardo». Disposizioni di tal genere sono normalmente contenute nel testamento del papa.
Dove sarà dunque sepolto Giovanni Paolo II, si saprà solo all'apertura del suo testamento, che dovrebbe avvenire in tempi brevi. Due le ipotesi che si possono avanzare: la sepoltura in Vaticano, nelle grotte, dove sono le tombe di molti altri papi, compresi tutti gli ultimi, o la Polonia. Giovanni Paolo II, primo papa polacco della storia, potrebbe aver deciso in tal senso sia per amore verso la sua terra, sia per il grande significato che avrebbe per la Polonia avere «in casa» il «suo» papa. Di questa seconda ipotesi si è già parlato nel 1997, durante il settimo viaggio di Giovanni Paolo II in Polonia. Uno dei canonici della cattedrale di Cracovia ipotizzò una sepoltura nella storica cattedrale del Wawel, dove Karol Woytjla disse la sua prima Messa, dove fu vescovo e cardinale.
Il canonico indicò anche il luogo della ipotizzata sepoltura: sotto la croce di Edvige, la regina di Polonia che proprio in quell'occasione il Papa proclamò santa. Chi si schiera a favore di tale possibilità, porta a conforto il fatto che mons. Stanislaw Dziwisz, segretario di Giovanni Paolo II, è protonotaro apostolico e canonico del Wawel. Potrebbe cioè avere sia il compito di esecutore testamentario che quello di vigilare sulla sepoltura. Ambienti polacchi evocano, in proposito, un suggestivo trasporto del corpo del Papa in treno, fino a Cracovia, attraverso le capitali centroeuropee.
A favore della sepoltura nelle grotte vaticane si citano invece le norme stesse della Costituzione apostolica, che sembra dare per scontata tale scelta e il peso della tradizione sulle scelte di «essere Papa» di Giovanni Paolo II. Secondo ambienti polacchi, infine, c'è una terza ipotesi, che rientrerebbe nella psicologia di Giovanni Paolo II: la sepoltura nelle Grotte ed il cuore mandato a Cracovia.
Fino ai funerali, infine, coloro che abitano l'appartamento pontificio (oggi i segretari e le suore che accudivano il papa) potranno continuare a restarci. Ma non nelle sue stanze private. Le riaprirà il prossimo papa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia

 
Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Lorem video dolor sit amet, consectetur

Lorem video dolor sit amet, consectetur

 
Treni, la partenza del primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

Treni, parte il primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

 
Portici-Bari, i tre gol biancorossi

Portici-Bari, i tre gol biancorossi

 
Corinaldo, la fuga e il crollo della balaustra che ha schiacciato i ragazzi in discoteca

La fuga e il crollo della balaustra che schiaccia i ragazzi in discoteca