Sabato 15 Dicembre 2018 | 05:03

GDM.TV

Giovanni Paolo II è spirato nel primo sabato del mese di aprile: una data "legata" ai segreti di Fatima

CITTÀ DEL VATICANO - Il giorno della morte del Papa si lega alle apparizioni di Fatima. Anche nel momento della morte, così, il Papa che nel suo stemma si diceva «totus tuus» della Madonna è a lei in qualche modo legato.
La devozione nasce dalla terza apparizione della Vergine, del 13 luglio 1917, riprodotta nella seconda parte del segreto. La Madonna, indicando i mezzi per evitare i mali nel mondo, indica la consacrazione della Russia al suo Cuore immacolato e la devozione dei 5 primi sabati del mese.
La devozione consiste nella recita del Rosario, la confessione, la comunione e 15 minuti di meditazione sui misteri del Rosario, come modo di fare compagnia a Maria, per rendere meno grave le offese, «le spine» che ha nel cuore per i peccati degli uomini. Si sa che Giovanni Paolo II ha non solo seguito tali indicazioni, ma ha allargato la «devozione» a tutta la sua vita, anche recitando in pubblico il Rosario tutti i primi sabati di ogni mese.
Secondo quanto detto nell'apparizione, a coloro che osserveranno la devozione dei primi sabati, la Madonna promette la sua presenza nell'ora della morte e che verrà a prenderli nel primo sabato per portarli in cielo.
C'è ancora da aggiungere che la morte del Papa è avvenuta alla vigilia della domenica della Divina misericordia, una solennità che egli stesso ha voluto istituire nell'anno del Giubileo.
La Divina misericordia è legata alla giovinezza di Giovanni Paolo II. Quando dalla nativa Wadowice si trasferì a Cracovia e cominciò a lavorare alla fabbrica della Solvay. «Erano sette chilometri - raccontò egli stesso il 17 agosto 2002, durante l'ultimo viaggio in Polonia - per andare da casa al lavoro, a piedi, con le scarpe di legno», gli zoccoli che in tempo di guerra usavano i giovani operai, fino alla Solvay. Un chilometro prima della fabbrica c'era il convento di suor Faustina Kowalska: in quella chiesa di mattoni rossi, il giovane Karol Wojtyla si fermava a pregare.
Faustina Kowalska, morta nel 1938 e che che egli stesso ha innalzato agli altari, è «l'apostola della Divina Misericordia». Un principio teologico la quale il Papa era legatissimo, tanto da farne l'oggetto della sua enciclica "Dives in misericordia". «Dove viene meno il rispetto per la vita e la dignità dell'uomo - vi scriveva - occorre l'amore misericordioso di Dio, alla cui luce si manifesta l'inesprimibile valore di ogni essere umano. Occorre la misericordia per far sì che ogni ingiustizia nel mondo trovi il suo termine nello splendore della verità».
«In nessun momento e in nessun periodo storico - vi scriveva ancora - specialmente in un epoca così critica come la nostra, la Chiesa può dimenticare la preghiera, che è il grido alla misericordia di Dio dinanzi alle molteplici forme di male che gravano sull'umanità e la minacciano... Quanto più la coscienza umana, soccombendo alla secolarizzazione, perde il senso del significato stesso della parola "misericordia", quanto più allontanandosi da Dio, si distanzia dal mistero della misericordia, tanto più la Chiesa ha il diritto e il dovere di far appello al Dio della misericordia "con forti grida"».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori