Giovedì 13 Dicembre 2018 | 13:42

GDM.TV

La cronologia di un pontificato storico

ROMA - La preoccupazione e le preghiere di milioni di fedeli, ma anche la commozione e l'ansia di tantissime persone che non appartengono alla Chiesa Cattolica: sono il segno immediatamente visibile del ruolo speciale che Papa Giovanni Paolo II ha avuto nel mondo, nella storia contemporanea ma anche nei cuori della gente comune. Ecco la cronologia con le date essenziali di una vita e di un pontificato che hanno segnato la fase finale del '900 e l'aprirsi del nuovo millennio.

18-5-1920. Karol Josef Wojtyla nasce a Wadowice.
1934-38. Prime recite nel teatro scolastico di Wadowice.
Settembre 1935. Partecipa alle esercitazioni dei reparti di addestramento militare ad Hermanovice.
1940. Scrive il suo primo libro: la 'Ballata dei portici di Wawel', partecipa al teatro clandestino di Kotlarczyk. Lavora nelle cave di Zakrzowek e nel 1942 in quelle della 'Solvay'.
29-3-1942. Investito da un'automobile, resta 13 giorni in ospedale.
1-11-1946. Viene ordinato sacerdote a Cracovia, dove aveva frequentato il seminario clandestino.
Novembre 1946. A Roma frequenta filosofia all'Angelicum.
14-6-1948. Discute la tesi di laurea.
8-7-1948. Rientrato in Polonia, riceve il suo primo incarico pastorale: viceparroco a Niegowic, presso Cracovia.
24-10-1948. Si laurea in teologia all'università Jagellonica di Cracovia, dove poi insegnerà fino al 1954, quando l'ateneo sarà chiuso. Dal 1955 sarà docente di etica a Lublino.
4-7-1958. A 38 anni viene nominato vescovo ausiliare.
Ottobre 1962. Prima partecipazione al Concilio Vaticano II.
13-1-1964. A 44 anni è promosso arcivescovo di Cracovia.
26-6-1967, A 47 anni Paolo VI lo nomina cardinale.
18-5-1969. Pone la prima pietra della chiesa di Nova-Huta, dopo anni di contrasti col regime.
16-10-1978. Poco dopo le 17, viene eletto papa.
19-10-1978. Va a Castel Gandolfo, il 29 alla Mentorella, il 5 novembre ad Assisi. Sono i primi dei 144 viaggi in Italia.
3-12-1978 visita la parrocchia romana di San Francesco Saverio, prima delle quasi 800 visite a parrocchie, ospedali ed istituzioni varie tra Roma e Castel Gandolfo.
25-1-1979. Comincia il primo viaggio internazionale: Messico e Santo Domingo. Farà altri 103 viaggi fuori d'Italia.
4-3-1979. Esce la prima enciclica: 'Redemptor hominis' (Il Redentore dell'uomo). Ne pubblicherà in tutto 14.
29-4-1979: prime beatificazioni: padre Coll e padre Laval. Farà in tutto 1338 beati e 482 santi.
28-6-1979. Celebra il suo primo concistoro: ne ha fatti altri 8, nominando in tutto 231 cardinali, più uno in pectore.
29-11-79. Ad Istanbul per visitare patriarcato ortodosso: l'ecumenismo sembra ripartire con vigore.
4-4-1980. Venerdì Santo. Scende a confessare nella basilica di S. Pietro. Lo farà, nello stesso giorno, ogni anno.
2-6-1980. Riceve il presidente degli Usa, Jimmy Carter. In Vaticano sono poi andati quasi tutti i potenti del mondo.
14-9-1981. Prima enciclica sociale: la 'Laborem exercens'. Sullo stesso tema la 'Sollicitudo rei socialis' (30.12.1987) e la 'Centesimus annus' (1.5.1991).
13-5-1981. Attentato di Alì Agca. Ferito all' addome e ad una mano, viene operato due volte.
13-5-1982. Fatima: tentativo di attentato, da parte di un ex sacerdote di Lefebvre. Di possibili attentati si è poi parlato più volte, soprattutto in occasione di viaggi.
29-5-1982. Firma una dichiarazione comune con l'arcivescovo anglicano di Canterbury, Robert Runcie.
5-3-1983. Managua (Nicaragua). Messa contestata dai sandinisti che vogliono trasformare la visita in manifestazione antiamericana. Ci tornerà nel 1996, in clima di festa.
25-3-1983. Anno santo straordinario per i 1950 anni della Redenzione (fino a Pasqua 1984). Una processione di centinaia di migliaia di giovani dà l'idea della Giornata della gioventù.
11-12-1983. Primo papa in una chiesa luterana (a Roma).
4-10-1984. Argentina e Cile accolgono il risultato della mediazione papale per il canale di Beagle.
19-8-1985. Casablanca (Marocco). Per la prima volta nella storia, un papa parla ad un'assemblea islamica.
13-4-1986. Primo papa, dopo gli apostoli, ad entrare in una sinagoga (a Roma); chiama gli ebrei «fratelli maggiori».
30-6-1986. Mons. Marcel Lefebvre ordina 4 vescovi e consuma lo scisma tradizionalista.
27-10-1986. Ad Assisi riunisce rappresentanti delle religioni di tutto il mondo per pregare per la pace. Il gesto sarà ripetuto il 9-1-1993, quando inviterà ad Assisi cattolici, ortodossi e musulmani per pregare per la pace nella ex-Jugoslavia, e, dopo l'11 settembre, il 24 gennaio 2002, per dire che le religioni non possono giustificare il terrorismo.
25-3-1987. Per l'Anno mariano (aperto il 7-6-1987) pubblica la 'Redemptoris mater' (Madre del Redentore). Il 15-8-1988 scrive la Mulieris dignitatem sulla dignità della donna. Alle donne dedicherà anche la Lettera del 10-7-1995.
1-12-1989. Riceve Michail Gorbaciov. Il 15-3-1990, c'è lo scambio di rappresentanti ufficiali tra Santa Sede ed Urss.
25-12-1990: «La guerra è avventura senza ritorno», dice di fronte al pericolo dello scoppio della guerra del Golfo.
17-5-1992. Beatifica, suscitando polemiche, Josemaria Escrivà de Balaguer, fondatore dell'Opus Dei, che canonizzerà il 6-10-2002, davanti a 300.000 persone.
12-7-1992. Annuncia il ricovero al policlinico Gemelli. Il 15 sarà operato per un tumore all'intestino.
7-12-1992. Promulga il nuovo Catechismo cattolico.
11-11-93. Cade in Vaticano: lussazione alla spalla destra; la domenica benedirà con la sinistra.
30-12-1993. Relazioni diplomatiche con Israele.
10-1-1994. Lettera all'Italia per incoraggiare il Paese. Il 15 marzo dà il via alla Grande preghiera per l'Italia, che conclude il 10-12-1994, a Loreto.
29-4-1994. Cade e si frattura il femore destro. Operato, resterà claudicante: userà un bastone, poi la sedie a rotelle.
15-1-1995. A Manila, per la Giornata della gioventù, si parla di quattro milioni di persone. E' la folle più grande mai vista ad una manifestazione pubblica.
21-5-1995. A nome della Chiesa cattolica chiede perdono per il male fatto ai fratelli di altre confessioni.
14-4-1996. Da Tunisi invita i Paesi del Mediterraneo e «i fratelli e le sorelle musulmani» al «dialogo responsabile».
23-6-1996. Alla Porta di Brandeburgo: «le ideologie di una porta avevano fatto un muro».
8-10-1996. E' operato di appendicite.
1-11-1996. Festeggia 50 anni di sacerdozio.
19-11-1996. Riceve Fidel Castro. Parlano di «riconciliazione nazionale ed internazionale» per Cuba.
3-3-1997. Nella guerra dei Grandi laghi non vinca l'eurocentrismo. Appelli all'Onu e ai governi, anche negli anni successivi, per le «guerre dimenticate» d'Africa.
12-4-1997. E' a Sarajevo «dramma, problema e sfida» per l'Europa. Mine sono trovate sotto un ponte lungo il percorso.
10-5-1997. Beirut. La gente, musulmani compresi, lo acclama.
22-6-1997. Prega per l'assemblea ecumenica di Graz, Doveva incontrarci Alessio II di Russia, che non ha voluto incontrarlo: i contrasti con gli ortodossi impediranno la visita a Mosca.
24-8-1997. Giornata della gioventù a Parigi con oltre un milione di giovani, inattesi. Giornali e tv si interrogano.
27-9-1997. A Bologna assiste a un concerto rock.
5-10-1997. A Rio de Janeiro un milione e mezzo di persone per il II incontro mondiale delle famiglie.
15-1-1998. Dal Campidoglio si dice «a casa», come «civis romanus». Il 17 ottobre 2002 avrà la cittadinanza onoraria.
21/25-1-1998. Da Cuba chiede che «Cuba si apra al mondo e il mondo a Cuba».
24-5-1998. A Torino per l'esposizione della Sindone. Nessun commento sulla 'verita» del lenzuolo.
8-1-1999. Riceve Massimo D'Alema, primo ex dirigente comunista capo di Governo italiano.
1-3-1999. Dà il via libera alla processo di beatificazione di Madre Teresa; alla cerimonia del 19-10-2003 si dice «personalmente grato a questa donna coraggiosa che ho sempre sentito accanto a me».
2-5-1999. Beatifica padre Pio da Pietrelcina, che proclamerà santo il 16-6-2002, presenti 300.000 fedeli.
7/9-5-1999. Viaggio in Romania: il primo di un papa in un Paese a maggioranza ortodossa.
16-6-1999: Torna per l'ultima volta a Wadowice.
26-10-1999. Pubblica la lettera agli anziani.
31-10-1999. Ad Augusta cattolici e luterani firmano una dichiarazione comune sulle giustificazione, anima teologica della Riforma.
24-12-1999. Apre la Porta santa di San Pietro e dà inizio al Giubileo del 2000.
12-3-2000. Mea culpa per le colpe dei figli della Chiesa.
20/26-3-2000. Viaggio in Terra santa. Visita il museo dell' Olocausto e Betlemme, prega al Muro del pianto.
7-5-2000. Al Colosseo ricorda i testimoni della fede del '900, con molte Chiese ortodosse e numerosi protestanti.
13-5-2000. A Fatima rivela il terzo segreto, che riguardava l'attentato di Ali Agca.
15/20-8-2000. Due milioni di giovani, i Papa-boys, invadono allegramente Roma per la loro Giornata.
3-9-2000. Beatifica Giovani XXIII e Pio IX. Quest'ultimo solleva polemiche da parte ebraica.
20-10-2000. L'Europa non sia «solo un mercato», ma «una vera comunità di nazioni». Lo scrive al Consiglio delle conferenze episcopali d'Europa.
29-10-2000. E' il primo papa ad assistere allo stadio ad una partita di calcio, per il giubileo degli sportivi, tra nazionale italiana e una rappresentativa di calciatori stranieri.
11-11-2000. L'umanità non abusi ancora delle risorse della terra e le biotecnologie siano sottoposte ad «un rigoroso controllo scientifico ed etico».
14-12-2000. Condanna «razzismo e xenofobia» e invita le culture al dialogo e all'accoglienza dei valori di cui sono portatori gli immigrati. Il 'rischiò che gli stili di vita mondiali siano determinati dall'Occidente.
16-12-2000. E' deluso dalla Carta europea dei diritti: mancano riferimenti a Dio, alle radici cristiane del Continente e al ruolo delle religioni. Ci tornerà più volte soprattutto (2003 e 2004) mentre si elabora la Costituzione europea.
31-12-2000. Che sia un millennio di pace, giustizia, fratellanza e prosperità a tutto il mondo. Nel corso del 2000 sono state 8.515.088 le persone che lo hanno incontrato a Roma.
6-1-2001. Chiude la Porta santa e pubblica la 'Novo millennio ineuntè, nel quale la Chiesa avrà di fronte sfide come la crisi della famiglia e delle vocazioni, l'ecumenismo, i pericoli della tecnologia e della bioingegneria, le nuove povertà.
21-2-2001. Crea i primi 44 cardinali del nuovo millennio.
16-3-2001. «Problemi e opportunità» creati da Internet presentano «nuove sfide etiche».
27-4-2001. Monito contro la globalizzazione intesa come «una nuova versione di colonialismo» e contro «il trionfo del mercato e della sua logica»
4-5-2001. Ad Atene chiede perdono a Dio per il saccheggio di Costantinopoli e prega sull'aeropago, da dove Paolo annunciò ai non ebrei il «Dio sconosciuto».
6/7-5-2001. A Damasco entra, primo papa della storia, in una moschea e chiede comprensione tra cristiani ed Islam.
23/27-6-2001. E' in Ucraina, malgrado l'opposizione del patriarcato di Mosca.
1-8-2001. Millesima udienza generale. Solo con gli incontri del mercoledì ha visto oltre 16 milioni di persone.
12-9-2001. All'indomani dell'attacco terroristico agli Usa, per il quale ha espresso «indicibile orrore», chiede che «non prevalga la spirale dell'odio e della violenza».
21-10-2001. Si ponga fine alla spirale di «guerra e morte» in Terra Santa, arrivata «persino sulla piazza della Basilica della Natività» a Betlemme.
24-10-2001. Chiede perdono a Pechino per gli errori e le colpe commessi dai cristiani in Cina e propone di riprendere il dialogo e i rapporti diplomatici. Fredda risposta di Pechino.
22-11-2001. Per la prima volta nella storia della Chiesa un documento pontificio viene promulgato via e-mail. E' l'esortazione post-sinodale diretta alla Chiesa in Oceania.
11-12-2001. Messaggio per la Giornata della pace: giustizia e perdono sono le uniche strade che rendono possibile la vera pace, anche di fronte al terrorismo, atto «contro Diò.
25-5-2002. In Bulgaria dice di non aver mai creduto alla «pista bulgara».
25-7/3-8-2002. E' un successo il viaggio in Canada per la Giornata della gioventù, messo in dubbio per le condizioni di salute: ci sono almeno 500.000 giovani. Dopo Toronto va in Guatemala e a Città del Messico: altri bagni di folla.
17/21-8-2002. Ultimo viaggio in Polonia: torna a Cracovia e nei santuari di Kalwaria e della Divina Misericordia.
14-11-2002. E' il primo papa a visitare il Parlamento italiano. A Montecitorio parla dell'etica della politica e chiede un gesto di clemenza per i detenuti.
13-12-2002. Accetta le dimissioni del card. Bernard Law, arcivescovo di Boston, accusato di debolezza verso i preti pedofili, scandalo che ha profondamente scosso la Chiesa Usa.
13-1-2003. Si impegna a fondo contro la guerra in Iraq: riceve esponenti di Germania, Gran Bretagna, Spagna, Francia, Italia, Iraq, Iran e Onu. Suoi inviati vanno da Saddam e Bush. Sarà punto di riferimento mondiale del no alla guerra.
13-1-2003. Denuncia la situazione dei cattolici in Russia, dove ci sono state espulsioni di un vescovo e cinque sacerdoti.
6-3-2003. Esce il suo 'Trittico romanò, raccolta poetica nella quale parla della sua morte e di quando i cardinali torneranno a riunirsi nella Sistina.
17-4-2003. «Ecclesia de eucharistia», quattordicesima enciclica del pontificato, ribadisce la centralità eucaristia e condanna gli abusi.
17-5-2003. Riceve la sua 11/a laurea honoris causa, in giurisprudenza, assegnata dall'università La Sapienza di Roma.
2-6-2003. Solo quando ci saranno due Stati indipendenti e sovrani finirà il conflitto in Medio oriente, dice al nuovo ambasciatore israeliano presso il Vaticano, Oded Ben-Hur.
5-6-2003. Centesimo viaggio internazionale: cinque giorni in Croazia.
11-9-2003. Viaggio in Slovacchia: all'arrivo non riesce a leggere il discorso. Cresce la preoccupazione per la sua salute e ci si chiede se potrà viaggiare ancora.
16-10-2003. Festeggia i 25 anni di pontificato, il quarto per lunghezza nella storia: auguri da tutto il mondo. Mentre si ipotizzano dimissioni, ribadisce che resterà al suo posto.
18-10-2003. Il coraggio nel proclamare il Vangelo deve essere il principale impegno degli uomini di Chiesa, 'fino all'ultimo respirò, dice ai cardinali riuniti per il 25/mo di pontificato.
21-10-2003. Con il suo nono concistoro crea 31 cardinali.
5-11-2003. Riceve Putin che, come previsto, non lo invita a Mosca, ma auspica ripresa dialogo con Patriarcato ortodosso.
16-11-2003. No ad ogni terrorismo, ma il Medio oriente ha bisogno di ponti, non di muri. Lo dice alla vigilia dell'arrivo di Sharon a Roma, che non ha chiesto un incontro col Papa.
27-11-2003. Riceve per l'ottava volta il Dalai Lama.
4-12-2003. I credenti iracheni devono «unire le forze» per favorire «l'edificazione di una società stabile e libera».
11-12-2003. «E' indispensabile che l'Europa di oggi salvaguardi il suo patrimonio di valori, e riconosca che è stato soprattutto il cristianesimo la forza capace di promuoverli, conciliarli e consolidarli».
16-12-2003. Messaggio per la giornata della pace: solo l'Onu può giustificare l'uso della forza e contro il terrorismo non basta la repressione, bisogna capirne e rimuoverne le cause.
9-1-2004. I venti anni dalla revisione del Concordato testimoniano «quanto proficua sia la collaborazione» tra Italia e Vaticano.
29-1-2004. La nullità del matrimonio non può dipendere dal fallimento dell'unione coniugale, dice ai giudici della Rota.
2-2-2004. Il patriarca di Costantinopoli Bartolomeo I avverte che la creazione di un patriarcato per i greco cattolici di Ucraina metterebbe in crisi i rapporti cattolici e ortodossi. Il 17 il cardinale Kasper a Mosca, «per voltare pagina».
11-2-2004. La vita umana «è sempre un dono di Dio», anche quando il dolore e la malattia appaiono «realtà assurde».
26-2-2004."Damose da fà, volemose bbene» e «semo romani": battute in dialetto con i parroci romani.
14-3-2004. E' il terzo pontificato della storia per durata.
18-5-2004. Esce 'Alzatevi, andiamo!', nel quale racconta i suoi anni da vescovo. 4-6-2004. Riceve George W. Bush. Gli chiede di normalizzare il Medio Oriente, con l'"attiva partecipazione» dell'Onu.
20-6-2004. «Non si tagliano le radici dalle quali si è nati": esprime così, in polacco, la delusione per la mancate menzione delle «radici cristiane» nella Costituzione dell'Ue.
29-6-2004. Visita del patriarca ecumenico Bartolomeo I.
14/15-8-2004. A Lourdes chiede «il dono della pace».
27-8-2004. Va a Mosca l'icona di Kazan, dono del Papa che sperava di portarcela in occasione di un viaggio in Russia.
5-9-2004. A Loreto chiede a 200.000 soci di Azione cattolica di insegnare a vivere da cristiani.
14-9-2004. Escono «Le poesie giovanili», opere del periodo precedente alla sua vocazione sacerdotale.
8-10-2004. Esce «Mane nobiscum Domine (resta con noi Signore)», per l'Anno dell'Eucaristia, che comincia il 17.
31-10-2004. All'Angelus benedice l'Europa unita, ne affida tutti i popoli a Maria, ma non dimentica le radici cristiane, non inserite nella Costituzione firmata il 29.
4-11-2004. Ricevendo il premier iracheno Iyad Allawi incoraggia gli sforzi per ristabilire la democrazia nel Paese.
12-11-2004. Nuovo no all'eutanasia e all'accanimento terapeutico, per «il rispetto che si deve al paziente».
27-11-2004. Nuova visita di Bartolomeo I che definisce «storico, fraterno gesto» la riconsegna delle reliquie dei Santi Gregorio Nazianzeno e Giovanni Crisostomo.
8-12-2004. Difendere la vita, bandire la violenza, cercare la pace. E' l'appello per i 150 anni del dogma dell'Immacolata.
18-12-2004. La famiglia subisce attacchi sempre più forti e radicali, sia «sul piano ideologico che su quello normativo».
2-1-2005. «Dio non ci abbandona mai», dice riferendosi al maremoto in Asia, che ha posto tanti interrogativi sul senso della catastrofe. All'Epifania ricorda le piccole vittime dello tsunami, ma anche i tanti vittime di fame, guerre e violenze.
13-1-2005. Mancanza di case, traffico e tossicodipendenza sono, da 20 anni, i «mali di Roma», dice al sindaco Veltroni.
18-1-2005. Scambio di benedizioni con 160 rabbini.
27-1-2005. Per i 60 anni dalla liberazione di Auschwitz scrive che di fronte alla Shoah, «che macchia per sempre la storia dell'umanità», «a nessuno è lecito passare oltre».
1-2-2005. Alle 22.30 viene ricoverato «d'urgenza» al Gemelli, per una «laringo-tracheite acuta e crisi di laringospasmo». Uscirà la sera del 10 febbraio. Voci su dimissioni se non potrà più parlare.
22-2-2005. Esce 'Memoria e identita», il quinto libro scritto durante il pontificato. E' una riflessione sul male e la provvidenza; Alì Agca agì «su commissione».
24-2-2005. Nuovo ricovero al Gemelli, sempre per difficoltà respiratorie. In serata gli viene praticata una tracheotomia; resterà con la relativa cannula. Il 13 marzo all'Angelus si riascolta la sua voce; in serata torna in Vaticano.
31-3-2005. Nuovo allarme per la salute del Papa. Il Vaticano conferma che ha la febbre alta legata ad un' infezione alle vie urinarie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»