Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 12:10

GDM.TV

i più visti della sezione

I politici italiani unanimi: lascia un segno indelebile nella Storia

ROMA - Giovanni Paolo II lascia un segno indelebile nella storia. I politici italiani, in interviste rilasciate a vari quotidiani, sono unanimi nel riconoscere la rilevanza del ruolo giocato dal Papa nei quasi 27 anni di pontificato e nel sottolineare l'importanza dell'eredità che lascia al mondo intero per gli anni a venire.

«Questo Papa - dice il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi in un'intervista a 'Il Messaggero' - lascia un segno importante nella storia, ha riportato in primo piano la dignità e i valori della persona umana. Ha rotto il velo ipocrita delle ideologie ed è riuscito con il presidente degli Usa Reagan a sconfiggere il comunismo».
«E' una figura straordinaria -aggiunge il premier- riconosciuta e amata da tutto il mondo. Il Suo calvario fisico è pari alla Sua grandezza morale e spirituale».

«La sua eredità - afferma invece Francesco Rutelli in un intervento su 'Europa' - è gigantesca; nessun uomo di Stato del ventesimo secolo è stato testimone e attore di così grandi e profondi cambiamenti. E nessuna autorità religiosa è stata così profetica e visionaria, dando al cattolicesimo il senso profondo del suo significato letterale di universalità».

«Il primo Papa no global della storia», lo definisce in un'intervista a «La Stampa» il segretario di Rifondazione comunista Fausto Bertinotti. «Durante tutto il suo pontificato - spiega il leader del Prc - Wojtyla ha ingaggiato un corpo a corpo con la modernità. Sia nell'immersione in essa sia nell'inquietudine di fronte a una secolarizzazione erosiva dei valori della religione. Qualsiasi cosa fosse in campo, il Papa l'ha vissuta con lo spirito del militante. Nel bene e nel male».

«Un innovatore, un coraggioso», per il senatore a vita Giulio Andreotti. «Adesso - spiega sempre a 'La Stampa' - si vuole politicizzare tutto, e anche in modo sbagliato. Se c'è una persona che sfugge a queste classificazioni è proprio questo Papa, che è nello stesso tempo conservatore nella tradizione, ma anche capace di aperture enormi in tanti altri campi».
«Ha fatto fare alla Chiesa dei passi giganteschi. Per esempio penso alla revisione della posizione della Chiesa su Galileo. E poi alla pacificazione con gli Ebrei, all'apertura in dialogo con l'Islam. Un uomo estremamente moderno».

Insomma, sintetizza a «Il Messaggero» il sindaco di Roma Walter Veltroni, «un esempio per credenti e non».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Raf e Umberto Tozzi si raccontano: segui la diretta

Raf e Umberto Tozzi, la strana coppia si racconta alla Gazzetta Rivedi la diretta

 
"Grazie per quello che fate e che avete fatto"Gli auguri di Rosso  capo di stato Maggiore

"Grazie per quello che fate e che avete fatto"
Gli auguri di Rosso capo di stato Maggiore

 
Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese per me è un orgoglio»

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese? Un orgoglio»

 
Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo