Lunedì 17 Dicembre 2018 | 21:14

GDM.TV

i più visti della sezione

Il cardinale Camillo Ruini nell'omelia pronunciata nel corso della messa nella Basilica di San Giovanni in Laterano: il Papa già vede e già tocca il Signore

ROMA - «Egli in queste ore di sofferenza, come prima in tutto il suo instancabile ministero, già vede e già tocca il Signore. Già è unito al nostro unico Salvatore». Lo ha detto il cardinal Camillo Ruini nell'omelia pronunciata nel corso della messa nella Basilica di San Giovanni in Laterano.
«Giovanni Paolo II - ha detto Ruini - sta affrontando la prova più difficile della sua lunga e straordinaria vita, e la affronta e la vive con quella stessa intima serenità e abbandono fiducioso nelle mani di Dio con cui ha sempre vissuto, lavorato, sofferto, gioito. In queste ore, egli è più che mai il nostro Papa, il Vicario di quel Cristo che ci ha redenti con la sua passione, il servo dei servi di Dio, che è il titolo pontificio da lui tra tutti più amato».
La liturgia di oggi - sottolinea il cardinale - «ci parla della resurrezione, di Cristo risorto dai morti che si è fatto vedere e toccare dai suoi discepoli e così li ha condotti alla fede. Questa è anche la fede del nostro Papa. Una fede così forte e così piena, un'esperienza di Dio così intensamente vissuta».
La certezza e la gioia, rileva Ruini, «che danno il tono a tutta la liturgia di questa settimana si addicono, contrariamente alle apparenze, alla sofferenza del Papa e alla nostra preghiera per lui. Sono la certezza e la gioia della Pasqua del Signore, della vita che vince la morte, del perdono che cancella il peccato».
Perciò, «riandando con la memoria a questi quasi 27 anni di pontificato - dice Ruini - siamo afferrati da una gratitudine immensa verso l'uomo Karol Wojtyla e verso Dio che ce lo ha donato. E ora, mentre preghiamo per lui, ci affidiamo anche noi, come Lui, alla volontà del Signore, a quella divina misericordia, in cui Karol Wojtyla ha sempre confidato, a quella Madre di Gesù a cui Egli si è totalmente consacrato.
Così la nostra speranza - conclude il cardinale - non sarà delusa e il vincolo di amore che ci unisce al nostro Papa in ogni caso non sarà spezzato».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo

 
Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri