Martedì 11 Dicembre 2018 | 20:08

GDM.TV

i più visti della sezione

Sono 117 i cardinali pronti per il Conclave

Alla notizia dell'aggravamento delle condizioni del papa i cardinali del Sacro Collegio hanno cominciato ad affluire a Roma e in Vaticano. Una urgenza dovuta in primo luogo al precipitare delle condizioni di salute del pontefice.
La residenza dove i cardinali troveranno alloggio è quella di Santa Marta; una struttura all'interno della Città del Vaticano, recentemente ristrutturata e che costituirà la loro residenza in tutto il periodo del conclave

In Vaticano da più di un mese i mass media riportano pareri di influenti esponenti ecclesiastici che si interrogano sulla successione a Giovanni Paolo II.
Allo stato, intanto, sono scesi a 117 i cardinali che parteciperebbero ad un eventuale conclave: proprio nei giorni scorsi hanno raggiunto gli 80 anni l'angolano Alexandre do Nascimento e l'ecuadoregno Antonio Josè Gonzalez Zumarraga. Il prossimo cardinale ad uscire dal novero degli elettori sarà il patriarca emerito di Venezia, Marco Cè, che festeggerà il suo ottantesimo compleanno il prossimo 8 luglio.
La pattuglia degli italiani fino ad allora sarà composta da venti porporati ed anche dopo l'uscita di Cè resterà di gran lunga la più numerosa: nel collegio cardinalizio, infatti, sono presenti i cinque continenti con 66 paesi, 52 dei quali hanno porporati elettori e tra questi ultimi oltre all'Italia solo gli Stati Uniti, con undici, superano la soglia dei dieci rappresentanti in conclave. Non è certamente un caso se il gruppo dei cardinali italiani è di gran lunga il più numeroso e questa massiccia presenza non sarà ininfluente in un eventuale conclave.

E' stato lo stesso Giovanni Paolo II che ha voluto rispettare la tradizionale prevalenza degli italiani nel collegio cardinalizio: ben 114 li ha nominati lui, essendo rimasti di nomina montiniana solo il tedesco Ratzinger, lo statunitense Baum e il filippino Sin. Nella cappella Sistina si potrebbe quindi cominciare con il votare un cardinale italiano.
Tra i venti porporati italiani il nome che viene ripetuto più spesso in queste settimane è quello dell'arcivescovo di Milano, Dionigi Tettamanzi. Brianzolo, 71enne, è stato segretario generale della Cei e arcivescovo di Genova. Tre anni fa il suo trasferimento a Milano per decisione di papa Wojtyla sembrò quasi un'investitura.
Un altro papabile è il patriarca di Venezia Angelo Scola, sessantatreenne.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia

 
Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie