Venerdì 15 Gennaio 2021 | 22:10

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl processo
Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

 
Potenzala «trovata»
Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

 
Barila scorsa notte
Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

 
Batemergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
Bari
Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

 
LecceNel Leccese
Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

 
BrindisiIl caso
Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

 

i più letti

Elezioni regionali - La sfida in Lazio

Dopo la sentenza del Consiglio di Stato che ha riammesso la lista di Alternativa Sociale, nel Lazio la partita per la presidenza della Regione è di nuovo a tre. Per riconquistare la sua poltrona il governatore uscente Francesco Storace dovrà fare i conti non solo con il candidato dell'Unione Piero Marrazzo, ma anche con Alessandra Mussolini, che, dopo la decisione del Tar del Lazio di escluderla dalla competizione elettorale per presunte irregolarità nella raccolta delle firme, aveva giurato vendetta contro l'esponente di An. Ma il Lazio oramai è diventato terreno di scontro a livello nazionale.
Il 1° aprile i due leader della Cdl e dell'Unione, Silvio Berlusconi e Romano Prodi, si confronteranno a distanza a Roma. Dopo aver annunciato che non avrebbe fatto campagna elettorale per le regionali, infatti, il premier ha invece deciso di partecipare alla manifestazione di chiusura della campagna di Storace al Palalottomatica con Fini e Follini. A poche centinaia di metri, sempre a Roma, Prodi chiuderà la campagna elettorale di Marrazzo, partecipando alla manifestazione a piazza Farnese. Con lui sul palco tutti i leader del centrosinistra, da Francesco Rutelli a Fausto Bertinotti, insieme a Walter Veltroni e Enrico Gasbarra.
Storace, dunque, uscito vincitore dal confronto di 5 anni fa con Piero Badaloni, si dovrà misurare ancora una volta con un giornalista televisivo. Mussolini a parte, infatti, sarà con l'ex conduttore della trasmissione "Mi manda Rai Tre", che il governatore uscente se la dovrà vedere, forte della sua lista personale e dell'appoggio di una coalizione formata da An, Forza Italia, Udc, Pri, Pensionati, Nuovo Psi, Lista Storace, Trifoglio e monarchici. La Lista del presidente sarà guidata dall'ex rettore dell'Università "La Sapienza" di Roma, Giuseppe D'Ascenzo ed annovera la presenza di alcune persone impegnate in attività politiche o sociali nell'ambito del centrosinistra, come Manlio Ianni e Rita Padovano.
Ianni per tre legislature è stato parlamentare eletto nel collegio di Rieti nella lista della Democrazia cristiana, mentre Rita Padovano è stata membro della direzione nazionale della Margherita e ai tempi della giunta Badaloni ha ricoperto l'incarico di capogruppo dei Popolari in consiglio regionale.
Il tempio della "Città ideale", l'opera attribuita alla scuola di Piero Della Francesca nota anche come la "Tavola di Urbino", è il logo della lista civica di Piero Marrazzo, che come capolista avrà un nome di rilievo nel campo del sociale, quello di Luigina Di Liegro, nipote del fondatore della Caritas, monsignor Luigi Di Liegro. Ma oltre ai partiti dell'Unione, Marrazzo sarà sostenuto da altre due formazioni: Forza Roma e Avanti Lazio, i cui capilista saranno l'ex calciatore della Roma Antonio Di Carlo e Gabriele Paparelli, figlio di Vincenzo, il tifoso ucciso da un petardo sugli spalti dell'Olimpico nel '79.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400