Mercoledì 27 Gennaio 2021 | 06:04

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'inchiesta
Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

 
Foggiatragedia
Orta Nova, donna morta in casa: si pensa ad un omicidio

Orta Nova, donna di 48 anni accoltellata in casa alla gola: sospetti su un 46enne.
A dare l'allarme alcuni vicini Ft

 
Potenzaemergenza Covid
Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

 
HomeIl caso
Crolla solaio di un capannone a S. Michele Salentino: un morto. Altri sotto le macerie

Crolla solaio di un capannone a San Michele Salentino: un morto e 4 feriti. Uno è in gravi condizioni

 
LecceIl caso
Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

 
BatL'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
MateraIl caso
Reati contro la Pubblica Amministrazione a Matera: 11 arresti e sequestrati 8,2 mln

Matera, truffa per fondi pubblici in agricoltura: 11 arresti, tra loro funzionari Ismea e Regione Basilicata. 22 indagati e sequestrati 8,2 mln. Le intercettazioni VD

 

La madre di Denise: «appena l'ho vista ho capito che non era lei»

MILANO - «Appena l'ho vista ho capito che non era lei, la mia piccola». E' stato questo il primo commento di Piera Maggio, madre di Denise, nel corso di un incontro con la stampa nella caserma di Abbiategrasso.
«Greis è una bellissima bambina - ha detto ancora la madre di Denise - ho fatto i complimenti alla mamma».
Ha il volto abbastanza sereno, nonostante gli occhi lascino intravedere l'emozione provata nelle ultime ore, Piera Maggio, volata dalla Sicilia a Milano per una verifica di persona sulla piccola nomade che ieri era stata fermata ad Abbiategrasso con il sospetto che potesse trattarsi di Denise, scomparsa il primo settembre scorso.

«Io sono sempre convinta che Denise sia in un campo nomadi, ma non ce l'ho assolutamente con loro: anzi - ha detto ancora Piera Maggio - mi appello proprio a loro, ai nomadi, perché prendano contatto con me o con le forze dell'ordine e dicano tutta la verità aiutandoci a ritrovare mia figlia».
«Sono venuta a Milano con grande speranza - ha detto la donna - perché in effetti le somiglianze della piccola Greis con Denise erano molte, specialmente alcuni tratti del viso come il naso e il mento».
«Sono comunque confortata - ha concluso Piera Maggio - perché questo episodio ha dimostrato, ancora una volta, la grande attenzione della gente verso il mio dramma, e perché le forze dell'ordine si sono mosse con grande tempestività e umanità».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400