Sabato 15 Dicembre 2018 | 06:32

GDM.TV

Tange: firmò il centro direzionale di Napoli

NAPOLI - Piazze e porticati in stile ipermoderno, molto verde e assi pedonali in superficie sotto i quali scorre il traffico e vengono parcheggiate migliaia di auto. Il nuovo centro direzionale di Napoli, inaugurato nel 1988, porta la firma di Kenzo Tange, supervisore del progetto cui avevano lavorato per anni alcuni architetti italiani.
Ricorda Michele Mattei, uno dei professionisti che lavorarono al progetto: «I primi schizzi di Tange avevano tutto il fascino degli ideogrammi giapponesi, poi si giunse al piano definitivo: la migliore ricetta, frutto della sua grande esperienza di cuoco internazionale, per un piatto che non solo fosse saporito in sé, ma anche pienamente appetibile ai napoletani».
Tra le scelte vincenti e innovative indicate da Kenzo Tange, il modello di strade sovrapposte per separare il traffico su ruota dal movimento dei pedoni, ma anche la rinuncia a un unico disegno per tutte le architetture del centro. Il giapponese si limitò a prescrivere una serie di direttive principali per garantire l'unità formale dell'insieme, lasciando ai suoi colleghi italiani, e soprattutto napoletani (da Pica Ciamarra a Beguinot, da Pagliara a Capobianco), la progettazione dei singoli manufatti per evitare l'«incubo» di decine di palazzi tutti uguali.
Il centro direzionale di Napoli copre una superficie di 50 ettari, con 52 fabbricati per complessivi 2,5 milioni di metri cubi di cemento. Oggi ospita le sedi di importanti aziende e di vari uffici pubblici, tra cui il Consiglio regionale della Campania e la Procura della Repubblica di Napoli. Il centro direzionale fu visitato nel novembre 1990 anche da Giovanni Paolo II, per la benedizione della chiesa realizzata all'interno del complesso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori