Sabato 23 Gennaio 2021 | 15:28

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl virus
Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

 
BariIl virus
Covid 19 nel Barese, quasi 3mila tamponi in 25 scuole: 9 i positivi

Covid 19 nel Barese, quasi 3mila tamponi in 25 scuole: 9 i positivi

 
HomeIl caso
Racale, lancia dal balcone bombola del gas su auto con a bordo moglie e figlia: arrestato

Racale, lancia dal balcone bombola del gas su auto con a bordo moglie e figlia: arrestato

 
MateraOmicidio
Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: gravemente ferito un altro

Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: è un ingegnere di 46 anni. Gravemente ferito un altro

 
TarantoLa decisione
Un tarantino ai vertici dei servizi segreti, nominato da Conte l'ammiraglio Massagli

Un tarantino ai vertici dei servizi segreti, nominato da Conte l'ammiraglio Massagli

 
BatL'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 
BrindisiL'inchiesta
Fasano, maxi-truffe on line scoperta su scala nazionale: rinviato a giudizio

Fasano, maxi-truffe on line scoperte su scala nazionale: rinviato a giudizio imprenditore

 

i più letti

Willy Pasini: nella vita a due «Se non si cambia il menù, allora si cambia il ristorante»

«Se non si cambia il menù, allora si cambia il ristorante». E' questa la frase di Willy Pasini che riassume la sua lucida analisi sul tema delle relazioni di coppia, nelle varie fasi della vita. Tema a cui ha dedicato il suo ultimo libro: «La vita a due - La coppia a venti, quaranta e sessanta anni».
«Cambiare è fondamentale, ed è una risorsa non un problema - asserisce lo psichiatra - La società, di fatto è mutata: l'uomo ha perso molti dei suoi storici ruoli, senza riuscire a trovarne di nuovi mentre la donna ha ampliato i suoi orizzonti, svincolandosi dalla protezione virile».
«Negli ultimi decenni c'è stata una vera e propria rivoluzione copernicana all'interno della coppia: il sesso è stato definitivamente separato dalla procreazione e, specie per le donne, si è anche diviso dal cuore. Questo fa sì che, oggi, l'elemento più importante della coppia non sia più la prole ma il benessere, ovvero le soddisfazioni psicologiche del singolo».
«Nuovi modelli relazionali - dice Pasini - si stanno affacciando in quest'era dove il sesso risponde al altre funzioni: serve come sonnifero, tranquillante, antidepressivo, calma l'ansia così come può servire a rinforzare il sé».
Inoltre, l'autore sostiene che: «il sesso è mobile, la coppia è stabile: dunque non va creata una relazione sulla base del fluttuante desiderio erotico. Cos'ì com'è vero che il movimento sessuale è saturo e sta svanendo; al suo posto sta rinascendo la coppia romantica che ritrova uno spazio sociale, forse proprio per quel vuoto emotivo che in molti sentono e non riescono, né possono colmare solo con incontri fisici».
Fatta questa premessa, che espone il divario e la confusione che aleggia oggi nel mondo delle relazioni tra uomo e donna, si scende nello specifico dei diversi bisogni nelle varie fasi della vita.
«La coppia è una fisarmonica: vicina a 20 anni, lontana a 40, vicina a 60. Nello specifico, i giovani maschi sono depressi perché avendo perso il ruolo di macho non sanno con che modello sostituirlo, mentre le donne si trovano a fare i conti con l'ansia perché per loro sono aumentati gli obiettivi da raggiungere (dentro e fuori casa ndr.). Ne vien fuori una coppia instabile e nevrotica. Dopo, verso i 40 anni c'è bisogno di trovare una distanza accettabile (che varia da coppia a coppia) per viversi la propria individualità pienamente, con hobby e amici strettamente personali. L'amante, il tradimento - sottolinea Pasini - è solo una via di fuga ma non è mai utile alla soluzione dei problemi di coppia».
Nell'età di mezzo le pulsioni, sessuali e affettive, hanno un'impronta più strettamente personale ed è per questo che, durante questo periodo di vita avvengono molti cambiamenti, sia dentro la persona che nella relazione a due. Il mutamento è fisiologico, nonché funzionale ai bisogni diversi che, a quest'età, sono quelli dell'affermazione del sé, quale individuo singolo alla ricerca dei propri personali confini, slegati dal compagno e dalla famiglia.
«Ma - continua il sessuologo - verso i 60 anni si torna ad aver bisogno dell'altro, come confronto e sostegno. Dati statistici alla mano, chi sta in coppia ha un'aspettativa di vita più lunga di 10 anni rispetto ai single. Anche se è questa fosse una relazione malata, in vecchiaia è meglio essere in due».

Affettività e sessualità hanno priorità diverse nelle cangianti fasi della vita?
«Dipende dalla personalità più che dall'età: in molti si ritrovano a compensare le carenze affettive con la sessualità sfrenata, mentre altri sublimano la carica erotica con la bulimia emotiva. In verità questo nostro periodo storico è caratterizzato dall'analfabetismo sentimentale. Servirebbe educare il genere umano a parlare ed esprimere le proprie sensazioni ed emozioni, perché dentro c'è un mondo che unisce, ancora tutto da scoprire e vivere assieme, ad ogni età».
Stefania Lisena

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400