Giovedì 21 Gennaio 2021 | 13:48

Il Biancorosso

Biancorossi
Le grandi manovre del Bari: c’è anche Bellomo nella lista

Le grandi manovre del Bari: c’è anche Bellomo nella lista

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Bari, cartelle pazze? No, dalla Asl 35mila avvisi a caccia dei furbetti del ticket

Bari, cartelle pazze? No, dalla Asl 35mila avvisi a caccia dei furbetti del ticket

 
BrindisiL'intervista
Gli antifascisti e i comunisti nella provincia di Brindisi: processi, confino, democrazia

Gli antifascisti e i comunisti nella provincia di Brindisi: processi, confino, democrazia

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
FoggiaIl caso
Foggia, rubati gasolio e attrezzi nella nuova caserma dei Vigili del Fuoco

Foggia, rubati gasolio e attrezzi nella nuova caserma dei Vigili del Fuoco

 
MateraIl caso
Incendia auto per dissidi lavorativi con la proprietaria: denunciata 41enne a Matera

Incendia auto per dissidi lavorativi con la proprietaria: denunciata 41enne a Matera

 
LecceLe dichiarazioni
Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

 
TarantoIndagini lampo della Ps
Taranto, ruba  creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

Taranto, ruba creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

 

i più letti

Omicidio Biagi: condanna a 16 anni per la Banelli - Legali famiglia Biagi: accolte le nostre richieste

BOLOGNA - «Come parte civile sono state accolte in pieno le nostre richieste». Con queste parole il legale della famiglia Biagi, Guido Magnisi, ha commentato la sentenza che ha condannato poco fa la brigatista Cinzia Banelli a 16 anni di carcere con rito abbreviato, con il solo accoglimento delle attenuanti generiche e non degli sconti di pena richieste in quanto collaboratrice di giustizia. «Volevamo una sentenza che in materia di diritto riportasse a verità giuridica questa vicenda - ha commentato Magnisi - non abbiamo mai fatto problemi di una sentenza vendicativa».
Il giudice ha anche accolto in pieno le richieste economiche avanzate dalla parte civile della famiglia Biagi: sono stati riconosciuti, in qualità di provvisionale, 500 mila euro alla vedova di Marco Biagi, Marina Orlandi, 250 mila euro a testa a ognuno dei due figli del giuslavorista ucciso, Lorenzo e Francesco, 125 mila euro al padre Giorgio e 75 mila euro alla sorella Francesca.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400