Giovedì 13 Dicembre 2018 | 00:02

GDM.TV

B2 maschile: Brindisi e Ruvo trionfano nei derby

Brindisi e Ruvo trionfano nei derby, Melfi non riesce a fermare la capolista Gragnano e mette a repentaglio la qualificazione ai playoff, San Severo conquista un successo prezioso in chiave salvezza. La ventiseiesima giornata della B2 di basket serve a delineare meglio le posizioni di classifica del girone D, quando mancano quattro turni alla conclusione della stagione regolare.
La Prefabbricati Pugliesi non ha lasciato scampo alla Levoni Potenza grazie alle prestazioni dei soliti Bonaccorsi, Maggioni e Nobile, al cui cospetto non hanno sfigurato gli atleti di Piero Labate. Il team di coach Bianchi è adesso al secondo posto (in compagnia del Ribera), a due punti dalla vetta detenuta dal Gragnano. Potenza, invece, resta nel terzetto al quinto posto. In quarta posizione, si conferma l'Adriatica Industriale Ruvo, che ha liquidato la Fiat Millenia Bari al termine di un match combattuto e vibrante, risoltosi nelle battute finali. In evidenza Pate, Pietrosanto, De Bellis e Delli Carri, degnamente contrastati dall'ex Corvino e Vasquez. La formazione di Raho adesso deve fare i conti con una posizione di classifica molto delicata anche in prospettiva playout, con alle porte la sfida alla capolista Gragnano.
Proprio contro i campani, nulla ha potuto il Melfi, nonostante una buona prestazione collettiva, minata, però, da una situazione falli che si è rivelata decisiva nell'ultimo quarto, quando la prima della graduatoria ha sfruttato a dovere le uscite anzitempo di Viale, Antonucci e Trimarchi.
Continua a sperare nei playoff la Paf Legno San Severo che ha domato la resistenza del Catanzaro. La squadra dauna, impostasi in virtù delle prove di Contaldo e De Sanctis, è in nona posizione a due punti dal Melfi.
Ninni Perchiazzi

SERIE B2 - GIRONE D
I RISULTATI DELLA 26ª GIORNATA

Prefabbricati P. BR - Levoni PZ 80-66
Cefalu' - Maddaloni 93-77
Gragnano - Info & Tel Melfi 90-83
A & S NA - Salerno 74-69
Pozzuoli - Ribera 76-65
Adriatica I. Ruvo - Fiat Millenia BA 91-78
PAF Legno S. Severo - Catanzaro 109-87
Silvi Marina - H Catania 86-87

LA CLASSIFICA
Gragnano 38; Ribera, Prefabbricati P. BR 36; Adriatica I. Ruvo 34; Pozzuoli, Levoni PZ, Catanzaro 28; Info & Tel Melfi 26; PAF Legno S. Severo 24; Cefalu', Salerno, H Catania 22; Maddaloni, Fiat Millenia BA 20; Silvi Marina, A & S NA 16.

LA PROSSIMA (27. giornata)
H Catania - Prefabbricati P. BR ; Fiat Millenia BA - Gragnano; Levoni PZ - PAF Legno S. Severo; Maddaloni - Silvi Marina; Info & Tel Melfi - A & S NA; Ribera - Catanzaro; Adriatica I. Ruvo - Cefalu'; Salerno - Pozzuoli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive