Domenica 17 Gennaio 2021 | 13:49

Il Biancorosso

L'intervista
Auteri toglie gli alibi al Bari: «La fortuna? Conta altro»

Auteri toglie gli alibi al Bari: «La fortuna? Conta altro»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaNel Potentino
Avigliano: in una Rsa inaugurata la prima tenda degli abbracci della Basilicata

Avigliano: in una Rsa inaugurata la prima tenda degli abbracci della Basilicata

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
Foggianel foggiano
San Giovanni Rotondo, morto l'ultimo frate che ha vissuto insieme a Padre Pio

San Giovanni Rotondo, morto l'ultimo frate che ha vissuto insieme a Padre Pio

 
BariLotta al virus
Bari, al Policlinico via al richiamo vaccinale per i primi 30 operatori sanitari

Bari, al Policlinico via al richiamo vaccinale per i primi 30 operatori sanitari

 
LecceL'evento
La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

Il nonno paterno della bimba ferita: Unabomber? Provo molta rabbia, ma è un povero disgraziato da internare

TREVISO - «Unabomber? Provo molta rabbia, ma nonostante a soffrire sia carne della mia carne mi sforzo di essere distaccato e provo compassione per lui: è un povero disgraziato da internare, un pazzo lucido e di notevole intelligenza ma con grossi problemi e quindi mi fa pena». E' quanto pensa Angelo M. il nonno paterno della bimba di sei anni rimasta ferita nell'attentato di Unabomber.
«Certo - ha aggiunto - riesce difficile accettare che ci siano dei bambini di mezzo. E comunque per il perdono ci sarà molto tempo per pensarci».
Quanto ai genitori, «entrambi cattolici», il signor Angelo ha riferito che «erano con la figlia in chiesa, a una ventina di metri da lei; Greta era era più avanti, credo con delle amichette, e poi si è mossa per accendere una candela. A mio figlio e a sua moglie è sembrato di aver assistito ad un tragico film».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400