Giovedì 13 Dicembre 2018 | 07:14

GDM.TV

Parroco: scoppio e forte odore polvere sparo

MOTTA DI LIVENZA (TREVISO) - «Ho sentito uno scoppio fortissimo e poi un intenso odore di polvere da sparo». E' la testimonianza di don Rino Brusegan, da 5 anni e mezzo parroco del duomo di Motta di Livenza, violato stamani dalla follia di Unabomber. Il sacerdote racconta che era quasi alla fine della messa delle 11 e che stava distribuendo degli avvisi parrocchiali, mentre si stava intonando un canto di fine funzione quando si è improvvisamente sentito un boato. «Non provocato da un corto circuito», ha proseguito il parroco, «e in un primo momento - aggiunge - avevo pensato ad uno sparo proveniente dall'esterno della chiesa. Invece ho visto una gran confusione e ho capito che era successo qualcosa di orribile».

Il sacerdote riferisce poi che Greta, la bambina rimasta ferita nello scoppio, aveva difficoltà ad inserire la candela elettrica. «Sapete - dice - una di quelle che si possono acquistare anche qui nel negozio a Motta».
La piccola, stando al racconto di don Brusegan, si sarebbe fatta aiutare da una donna perché aveva difficoltà far funzionare la candela. La donna, anch'essa rimasta ferita, ha fatto una leggera pressione sulla candela innescando il meccanismo esplosivo.

A prestare i primi soccorsi un medico del paese che si trovava nel primo banco della chiesa mentre gli altri parrocchiani chiedevano aiuto al vicino pronto soccorso dell'ospedale di Oderzo (Treviso). Il sacerdote ha poi spiegato che il duomo solitamente apre alle 7 del mattino e chiude alle 19 e quindi è facile per chiunque entrare o uscire dall'edificio religioso dopo aver potuto confezionare l'ordigno altrove.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive