Lunedì 17 Dicembre 2018 | 08:25

GDM.TV

Il Prefetto di Foggia: una situazione difficile alla foce del Fortone

FOGGIA - «La situazione più problematica è quella che riguarda le foci del fiume Fortore che si è allargato notevolmente e ha invaso la sede dell' autostrada per qualche centinaio di metri e spostato il binario della ferrovia». Lo ha dichiarato il prefetto di Foggia, Fabio Costantini, che ha compiuto - col questore di Foggia, Stefano Cecere, e il comandante provinciale dei carabinieri, col. Claudio Pelella - un giro in elicottero per vedere la situazione dopo l'esondazione del fiume causata dall'acqua che viene fatta defluire dall'invaso di Occhito, al confine tra Puglia e Molise.

«L'autostrada che è un po' più in basso - ha detto Costantini - è stata invasa dalle acque e quindi bisogna aspettare che queste defluiscano. Ci sono alcuni autotreni (una ventina in tutto) bloccati nella corsia sud che adesso stiamo cercando di liberare, anche perché ci vorrà ancora qualche ora prima che venga riaperta l'autostrada».
Ma la situazione più preoccupante e difficile è quella della ferrovia. «La ferrovia - ha specificato il prefetto - presenta discreti danni per quanto riguarda proprio la sede ferroviaria, con il binario spostato per il quale ci sarà bisogno di lavori».
La nota positiva invece è rappresentata dalle strade provinciali: i ponti - ha detto il prefetto - sono agibili e quindi adesso si vedrà di creare un by pass per collegare il nord con il sud.
Per quanto riguarda la sicurezza dei coltivatori che abitano nelle campagne interessate dallo straripamento delle acque, il prefetto ha sottolineato che era stato «previsto con largo anticipo di fare evacuare le famiglie a rischio».
«Avevamo - ha detto - piani di intervento che sono scattati tempestivamente e già da ieri pomeriggio avevamo lanciato l'allarme avvisando i sindaci affinché si attivassero per far sgomberare le famiglie rimaste isolate da questi luoghi che poi si sono allagati, una decina di famiglie in tutto. Tutto è stato sistemato fino ad ora e non ci sono giunte notizie di problemi di alcun genere per le persone. Abbiamo provveduto anche a salvare, lì dove è stato possibile, gli animali nelle masserie». Per il prefetto, ci sono grossi danni all'agricoltura, specie nella parte finale del Fortore, mentre, risalendo il fiume, la situazione migliora notevolmente.
Per quanto riguarda la situazione della diga di Occhito - ha proseguito Costantini - «direi che al momento è del tutto tranquillizzante perché l'invaso ha fatto per intero il suo dovere trattenendo una grande quantità d'acqua».
«Adesso il problema - ha concluso il prefetto - è quello di far defluire l'acqua alleggerendo un po' la diga perché se dovesse arrivare qualche altra precipitazione copiosa potremmo trovarci in serie difficoltà».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia