Domenica 20 Gennaio 2019 | 09:55

i più visti della sezione

Petizione firmata da 6500 musicologi: la musica torni materia nei licei

ROMA - Una petizione per ripristinare l'insegnamento della musica nei licei è stata diramata via e-mail da musicisti, musicologi, docenti universitari, studenti e appassionati della musica a tutti i livelli.
Per tutti coloro che, a qualsiasi titolo e livello, si occupano di musica e ne hanno a cuore le sorti- si legge nell'appello che è stato lanciato dalla facoltà di musicologia dell'Università degli studi di Pavia ed è stato già sottoscritto da 6.500 firmatari - è fonte di «totale sconcerto e di enormi preoccupazioni» lo schema di decreto legislativo relativo al secondo ciclo del sistema educativo di istruzione e di formazione, diffuso il 14 gennaio scorso dal ministero dell'istruzione, che non prevede in nessun liceo,(tranne quello musicale) l'insegnamento della musica, che viene soppresso (o confinato tra le scelte opzionali delle singole sedi) anche in quei licei come il Liceo delle Scienze Umane che risultano da percorsi formativi nei quali l'insegnamento della musica è sempre stato presente.
Nel manifesto, violoncellisti, violinisti, cornisti, orchestrali ma anche impiegati e studenti, chiedono «che tale omissione sia sanata e che l'insegnamento della musica sia inserito entro l'orario obbligatorio di tutti i tipi di liceo per lo meno al pari delle altre discipline artistiche». Si chiede anche che nei Licei delle scienze umane possa continuare a impartirsi l'insegnamento dello strumento musicale, «almeno in quelle sedi nelle quali esso è attualmente impartito». Secondo i firmatari dell'appello la mancata inclusione della musica nell'«asse culturale» di qualsiasi liceo che priva gli studenti della possibilità di comprendere il mondo della musica, è sintomatica. «Si dimostra, conclude la petizione, di non avere alcuna considerazione della musica, di ignorare totalmente quale impatto essa abbia avuto nel dispiegarsi della civiltà, di misconoscerne la forza impressiva ai più diversi livelli della comunicazione artistica e mediatica, e di tenere in nessun conto la parte che essa può e deve ancora avere nella formazione culturale di ogni persona e non solamente di coloro che a essa sceglieranno di dedicarsi professionalmente attraverso la frequenza del liceo musicale e dei seguenti studi superiori».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

La storia delle teste di cuoio italianeraccontata dal comandante Alfa dei Gis

La storia delle teste di cuoio italiane
raccontata dal comandante Alfa dei Gis

 
In un anno bonificati 50mila ordigni inesplosiArtificieri e palombari al servizio del Paese

In un anno bonificati 50mila ordigni inesplosi
Artificieri e palombari al servizio del Paese

 
Matera 2019, in 3000 sotto la pioggia per la serata inaugurale

Matera 2019, in 3000 sotto la pioggia per la serata inaugurale

 
Investimento in via Crisanzio

Investimento in via Crisanzio

 
L'arrivo di Conte e i 2019 musicisti: la prima mattina di Matera da Capitale della Cultura

L'arrivo di Conte e i 2019 musicisti: la prima mattina di Matera da Capitale

 
Matera, 2019 lumini si accendono tra i sassi: il video

Matera, 2019 lumini si accendono tra i sassi: il video

1commento

 
Cittanova - Bari: il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Cittanova - Bari: il punto con La Voce Biancorossa, rivedi la diretta

 
Video capo polizia

Video capo polizia

 
Barletta, i pusher in contatto anche con trafficanti spagnoli

Barletta, i pusher in contatto anche con trafficanti spagnoli

 
Malika Ayane incanta il TeatroTeam, tra note eleganti e danza aerea

Malika Ayane incanta il TeatroTeam, tra note eleganti e danza aerea

 
La Brigata Pinerolo e la missione in Iraqun consuntivo dell'impegno fuori area

La Brigata Pinerolo e la missione in Iraq
un consuntivo dell'impegno fuori area