Giovedì 13 Dicembre 2018 | 15:23

GDM.TV

Il Vescovo: «La sua morte come un furto»

CONVERSANO (BARI) - La morte dell'agente scelto di polizia Giuseppe Cimarrusti «appare come un furto» e tutti noi diventiamo «testimoni del dilagare di protervia»: è uno dei passaggi dell'omelia del vescovo della Diocesi di Conversano, Domenico Padovano, ai funerali che si stanno tenendo a Conversano, nella Chiesa del Carmine.

Alla presenza di rappresentanti delle istituzioni e delle forze dell'ordine, mons. Padovano ha sottolineato nell'omelia come, soprattutto nelle grandi città, «ci sono zone in cui il vizio e la delinquenza si sottraggono a ogni controllo e legalità e questo - ha aggiunto - è una offesa alla speranza e alla onestà». Nella chiesa gremita di gente e di agenti di polizia e uomini delle altre forze dell'ordine, mons. Padovano ha ricordato che «la vita di Giuseppe è stata tutta orientata verso gli altri, orientata nella dedizione verso la famiglia, nel servizio alla comunità, nel compimento del proprio dovere». E ha definito Giuseppe un «ministro della sicurezza», con una vita «impostata sulla grammatica dell'altruismo». «La morte di Giuseppe - ha ricordato il vescovo - ha turbato tutta la nazione» ed è un dolore «così cupo e profondo che nemmeno la solidarietà sembra avere il potere di contenerlo».
La messa è ascoltata attraverso gli altoparlanti da una folla di gente che è assiepata fuori dalla chiesa dove Giuseppe due anni fa sposò Rossella, oggi vedova a 23 anni.

Il feretro è stato portato a spalla e in corteo dal Municipio dove questa mattina era stata allestita una camera ardente fino alla chiesa: lo hanno portato in spalla i colleghi e gli amici della squadra di Verona con la quale lavorava Giuseppe, gli agenti di polizia Andrea, Antonio, Riccardo e Vincenzo. Seguiva il feretro la moglie Rossella che teneva fra le braccia un cuscino rosso sul quale era stato appoggiato il berretto di servizio del marito.
Giunto sul sagrato, prima dell'ingresso in chiesa il feretro di Giuseppe Cimarrusti è stato salutato da un grande applauso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori