Venerdì 15 Gennaio 2021 | 15:56

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

Bari
Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

 
TarantoL'operazione
Taranto, Guardia Costiera contro la pesca di bianchetto: sequestri e 4mila euro di multa

Taranto, Guardia Costiera contro la pesca di bianchetto: sequestri e 4mila euro di multa

 
MateraL'intervista
Matera, prefetto Argentieri: «La percezione sociale porta la gente a stupirsi anche per un furto»

Matera, prefetto Argentieri: «La percezione sociale porta la gente a stupirsi anche per un furto»

 
Batnel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
LecceNel Leccese
Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

 
FoggiaDalla polizia
Foggia, viola il divieto di avvicinamento alla ex: arrestato 59enne

Foggia, viola il divieto di avvicinamento alla ex: arrestato 59enne

 
BrindisiIl caso
Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

 

i più letti

Il dolore dei colleghi degli agenti uccisi

VERONA - Due giovani generosi, cordiali, sempre disponibili, soprattutto in servizio. Così vengono ricordati dai colleghi della questura di Verona i due agenti uccisi questa notte lungo la statale 11 nel corso di un controllo.
Davide Turazza, 36 anni, veronese era sposato con due figli, Giuseppe Cimarrusti, 26 anni, era originario di Bari ma viveva a Verona dove era sposato, senza figli.

La famiglia Turazza è conosciutissima nella città scaligera, purtroppo per cause tragiche. Il fratello di Davide, Massimiliano, era poliziotto anche lui, morì nell'ottobre del 1994 mentre rientrava dal servizio. Aveva notato dei movimenti all'interno di una banca a Fumane (Verona) ed era intervenuto, i rapinatori spararono uccidendolo. A Massimiliano Turazza e ad altri due agenti veronesi morti in altre circostanze nel 1993, sono intitolate vie e campio sportivi.

Nel 1993, durante un controllo, morirono gli agenti Bencivenga e Biondani, uccisi in una sparatoria anche loro. Pesante quindi il tributo di sangue pagato dalla questura veronese negli ultimi anni. Questa mattina nella sede della polizia c'è dolore, sconcerto, rabbia. Il questore della città, Luigi Merolla, è accanto ai suoi ragazzi fin dalla notte scorsa, quando si è verificato il tragico episodio.
Attestati di solidarietà stanno arrivando nella questura scaligera dalle più alte cariche dello Stato, dal governo, da amministratori, anche da semplici cittadini. La solidarietà dimostrata dai veronesi nei confronti dei nostri caduti, sottolineano nella questura scvaligera, è stata sempre grandissima, la città ci sarà vicina anche questa volta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400