Giovedì 25 Febbraio 2021 | 23:03

Il Biancorosso

Biancorossi
Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIn via Crispi
Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

 
LecceNella notte
Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

 
FoggiaIl sindaco
San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

 
PotenzaL'incidente
San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

 
BariIl progetto
Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

 
BatNella Bat
Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

 
BrindisiIl caso
Brindisi, giudice arrestato: riesame rigetta ricorso, Galiano resta in carcere

Brindisi, giudice arrestato: riesame rigetta ricorso, Galiano resta in carcere

 

i più letti

Il ruolo della Nato in Medioriente

BRUXELLES - Ecco, in sintesi, l'ipotesi di un ruolo della Nato in Medio Oriente per monitorare un accordo di pace fra israeliani e palestinesi e le due principali iniziative dell'Alleanza atlantica nell'area.
- L'IDEA. Il segretario generale della Nato, Jaap de Hoop Scheffer, non esclude la possibilità che l'Alleanza possa monitorare il rispetto di un accordo di pace fra Israeliani e palestinesi. Fra i primi a parlarne era stato Massimo D'Alema quasi un anno fa.
- LE CONDIZIONI. Anche solo l'avvio di una discussione formale in sede Nato dipendente però da almeno due condizioni, di due «grandi se": che vi sia un accordo e che la richiesta venga da entrambe le parti (necessario sarebbe anche un avallo dell'Onu).
- IL DIALOGO MEDITERRANEO. Il Dialogo Mediterraneo della Nato e( il tentativo dell'Alleanza atlantica di instaurare una cooperazione con sette Paesi del bacino, tra cui Egitto e proprio Israele, nella lotta al terrorismo e nella riforma dei loro sistemi di difesa, incluso l'addestramento militare.
- L'INIZIATIVA DI ISTANBUL. Nell'area, la Nato è attiva anche attraverso l'«Istanbul cooperation initiative» (Ici), l'iniziativa lanciata in occasione del vertice nella capitale turca del giugno scorso per un rafforzamento della cooperazione di sicurezza tra l'Alleanza e Paesi della più ampia regione mediorientale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400