Venerdì 15 Gennaio 2021 | 22:55

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl processo
Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

 
Potenzala «trovata»
Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

 
Barila scorsa notte
Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

 
Batemergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
Bari
Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

 
LecceNel Leccese
Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

 
BrindisiIl caso
Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

 

i più letti

Ritiro da Gaza, numeri e tappe del piano Sharon

TEL AVIV - Il governo israeliano ha approvato oggi l'esecuzione sul terreno del piano per un ritiro graduale in quattro fasi dalla striscia di Gaza da concludere entro il 2005, elaborato dal premier israeliano Ariel Sharon e già approvato a giugno in termini generali.
Il piano delinea il ritiro da 21 insediamenti di Gaza, in cui vivono 8.000 coloni, e da quattro dei 160 insediamenti della Cisgiordania, con alcune centinaia di abitanti.
LA PRIMA FASE, da realizzarsi a partire da luglio 2005, prevede il ritiro da tre insediamenti di Gaza: Netzarim (60 famiglie), Morag (36) e Kfar Darom (85).
LA SECONDA FASE prevede un ritiro da quattro colonie cisgiordane: Ganim (36 famiglie), Kadim (26), Homesh (42) e Sa-nur (10), nella zona di Jenin.
LA TERZA FASE prevede il ritiro da una quindicina di colonie ebraiche del sud della striscia di Gaza di cui le più importanti sono Bedolah (31 famiglie), Atzmona (100), Gadid (56), Gan-Or (52), Ganei Tal (75), Nevè Dekalim (513), Netzer Hazani (75), Pat-Sadeh (19), Katif (65), Rafiah Yam (22) e Shalin (10).
LA QUARTA FASE prevede lo sgombero delle ultime tre colonie nel Nord della striscia di Gaza, Alei Sinai (85 famiglie), Nisanit (280) e Dougit (17).
Tutta l'operazione dovrebbe iniziare il prossimo luglio e concludersi entro dicembre 2005.
Le colonie di Gaza, ex territorio egiziano occupato durante la guerra dei sei giorni nel 1967, occupano 54 chilometri quadrati sui 360 complessivi della Striscia, dove attualmente, a fianco degli 8.000 israeliani, vivono 1,3 milioni di palestinesi.
In Cisgiordania invece, in un'area di 2.346 chilometri quadrati in cui vivono 2,3 milioni di palestinesi, gli insediamenti occupano una superficie di 380 chilometri quadrati con una popolazione di coloni di 230.000 persone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400