Giovedì 13 Dicembre 2018 | 19:27

GDM.TV

Il ministro Martino: «Non è una politica seria»

martino ROMA - «L'idea di politica estera e di difesa che prevale nella sinistra mi preoccupa profondamente. E lo dico da italiano, non da politico». Comincia così la conversazione del ministro della Difesa Antonio Martino con "il Riformista".
«Non è possibile - sottolinea - che chi aspira a governare il Paese non è in grado di esporre una politica estera. La politica estera o è o non è, è l'essenza stessa di uno Stato,e per questo non si possono avere due o tre linee diverse. Non è una politica seria. È vero, nella scorsa legislatura grazie alla responsabilità del centrodestra, l'Italia non ha fatto brutte figure. Già non ho capito in passato il voto contrario al rifinanziamento della missione in Iraq. Ma ora avrebbe ancora meno senso».
«Non per infierire, ma alcuni dicono: non siamo contro il ritiro ma contro il rifinanziamento. Che facciamo, lasciamo i soldati lì senza soldi? - chiede il ministro della Difesa - Mi rendo conto che alcuni compromessi in una coalizione ci siano, ma sui dettagli non sui principi. Né è pensabile che il compromesso sia sempre a favore dell'ultrasinistra antiamericanista. Le idee dell'opposizione sono in contrasto con quelle di Francia e Germania, che stanno addestrando i poliziotti iracheni. Per vincere la sfida della democrazia contro i terroristi e i tagliatori di teste,devono innanzitutto essere addestrate le forze di polizia locali. In questo senso, il nostro ruolo è fondamentale, e lo dimostrano le elezioni. La provincia amministrata da noi l'affluenza alle urne è stata dell'85%,la più alta nel Paese».
«Tutti hanno visto il fenomeno commovente di milioni di persone in fila per votare rischiando concretamente la vita. Chissà nella civilissima Italia quanta gente si sarebbe recata alle urne col rischio di agguati e attentati. Possibile che a sinistra non si accorgano che la democrazia sta vincendo contro la violenza? Possibile che nessuno di loro abbia esaltato il primo voto delle donne nella storia millenaria dell'Iraq?», conclude Martino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori